Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Dati e mappe Dati Biota - Stato chimico delle acque marino costiere della Toscana - anno 2018

Dove Siamo

 

Biota - Stato chimico delle acque marino costiere della Toscana - anno 2018

RSS
01/10/2019 12:05

Corpi idrici con valori superiori ai limiti nel biota

Biota - Stato chimico delle acque marino costiere della Toscana - anno 2018

Il D.Lgs. 172/2015 prevede che per la classificazione delle acque superficiali il monitoraggio chimico venga eseguito nella colonna d’acqua e nel biota, introducendo standard di qualità ambientale obbligatori anche per il biota, distinguendo quali parametri ricercare nei pesci e nei molluschi/gasteropodi.

Le analisi per determinare la presenza del mercurio nei pesci hanno indicato una situazione di bioaccumulo di questo metallo lungo tutta la costa, con superamenti dello standard ambientale
in tutte le stazioni campionate.

Per l’acido perfluorottansolfonico (PFOS) 4 corpi idrici non risultano conformi (Costa Versilia, Costa Livornese, Costa Albegna e Costa dell’Argentario).

L’esaclorobenzene (HCB) presenta superamenti dello standard ambientale in 3 corpi idrici (Costa Livornese, Costa dell’Uccellina e Costa dell’Argentario).

Per quanto riguarda i PCDF+PCDD+PCB-DL è stato riscontrato un solo superamento (Arcipelago - Isola d’Elba).

Le analisi dei mitili non indicano superamenti dello standard di qualità ambientale.

Per approfondire questo tema è possibile consultare le pagine sulle acque marine e costiere e la pubblicazione Monitoraggio acque marino costiere della Toscana - anno 2018.

Estratto dall'annuario dei dati ambientali 2019.

Azioni sul documento
Strumenti personali