Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Temi ambientali Campi elettromagnetici Elettrodotti

Dove Siamo

 

Elettrodotti

RSS

foto di elettrodotto

Gli elettrodotti sono composti da linee elettriche e cabine di trasformazione elettrica che generano campi elettromagnetici a bassa frequenza (generalmente 50Hz nella rete elettrica).

Le linee elettriche si dividono in 3 grandi classi:

  • alta tensione (380 kV, 220 kV e 132 kV): sono le sorgenti di campi elettromagnetici a bassa frequenza di maggior interesse per l’esposizione della popolazione
  • media tensione (15 kV)
  • bassa tensione (380 V e 220 V): sono le linee che portano l’energia nei luoghi di vita e di lavoro

Le linee elettriche a 132kV e a 15 kV non sono solo aeree esterne, ma possono anche essere interrate.

Le cabine di trasformazione, nelle quali la tensione viene trasformata da alta a media, o da media a bassa, si dividono in 3 tipologie:

  • stazioni di trasformazione (riduzione di tensione da 380 kV e 220 kV a 132 kV)
  • cabine primarie di trasformazione (riduzione di tensione da 132 kV a 15 kV)
  • cabine secondarie di trasformazione MT/BT (riduzione di tensione da 15 kV a 380 V e a 220 V).

In Toscana sono presenti:

  • 23 linee a 380 kV
  • 8 linee a 220 kV (in generale vi è la tendenza a trasformare tali elettrodotti o in linee a 380 kV (potenziamento) o in linee a 132 kV (declassamento)
  • 343 linee a 132 kV

La normativa sui campi elettromagnetici affida alle ARPA il compito del controllo per verificare il rispetto dei limiti di esposizione.

Azioni sul documento
Strumenti personali