Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Dati e mappe Bollettini Bollettino della qualità dell'aria nella zona geotermica del Monte Amiata

Dove Siamo

 

Bollettino della qualità dell'aria nella zona geotermica del Monte Amiata

RSS
09/05/2017 10:30

Massimi giornalieri delle medie su 24 ore e numero di ore con concentrazione di H2S maggiore di 7 microgrammi/m3

Bollettino della qualità dell'aria nella zona geotermica del Monte Amiata

ARPAT ha, tra i suoi compiti istituzionali, l'attività di monitoraggio e controllo nelle aree geotermiche. Oltre a queste attività fornisce supporto tecnico scientifico agli Enti locali e/o altri soggetti nella valutazione di progetti con obiettivi specifici e nel raggiungimento di livelli conoscitivi adeguati.

Nell'ambito del progetto di monitoraggio sulla popolazione dell'Amiata - coordinato dall'Agenzia Regionale Sannità (ARS) - ad ARPAT è stato richiesto un bollettino a cadenza mensile descrittivo della qualità dell'aria nella zona geotermica del Monte Amiata, nelle due province di Grosseto e Siena.

Due gli indicatori relativi alla concentrazione di acido solfidrico in aria:

  • massimo giornaliero della media mobile su 24 ore: evidenzia gli eventi che possano causare "singole esposizioni a concentrazioni elevate per la salute umana" ovvero l'eventuale superamento del limite sanitario
  • numero di ore con concentrazione oraria superiore a 7 µg/m3: fornisce un indice del disturbo olfattivo arrecato alla popolazione

Le misure sono svolte tramite i dati dalle stazioni della rete di rilevamento di ENEL GP, localizzate ad: Arcidosso (ARDO), Santa Fiora (SAFI), Loc. Bagnore (BAGN), Loc. Merigar (MERI) e Piancastagnaio (PICA, PICA2). Inoltre, a verifica dei dati ENEL, è attiva una stazione mobile ARPAT (GEO1) localizzata ad Arcidosso in loc. Bagnoli.

Salvo ulteriori accordi, la pubblicazione del bollettino proseguirà fino a settembre 2017.

Si ricorda che sono disponibili sul sito Web di ENEL GP i dati in tempo reale delle concentrazioni di acido solfidrico in aria e su quello di ARPAT i dati H2S relativi al monitoraggio della fase di avvio di Bagnore 4 (avvenuto negli anni 2014-2015).

Contenuti correlati
Azioni sul documento
Strumenti personali