Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2021 Pressioni multiple e loro effetti combinati nei mari europei

Dove Siamo

 

Pressioni multiple e loro effetti combinati nei mari europei

RSS
10/02/2021 07:30

Lo mette in evidenza l'Agenzia europea per l'ambiente (EEA)

L'Agenzia Europea per l'Ambiente (EEA) ha diffuso un documento contenente la prima valutazione delle molteplici pressioni derivanti dalle attività umane e dei loro effetti combinati sui mari europei: l'Oceano Atlantico nord-orientale, il Mar Baltico, il Mar Mediterraneo e il Mar Nero.

La valutazione, da parte dell'EEA e del suo Centro tematico europeo sulle acque interne, costiere e marine (ETC / ICM), considera gli elementi dell'ecosistema e delle attività umane e delle relative pressioni antropiche indicativi nella Direttiva quadro sulla strategia marina (MSFD), che è la principale legislazione dell'UE per la protezione dell'ambiente marino.

Le pressioni valutate includono l'estrazione di materiali vivi e non viventi; inquinamento da sostanze nutritive, prodotti chimici, rumore sottomarino e rifiuti; disturbo del fondale marino; introduzione di specie non autoctone. Inoltre, vengono affrontati gli impatti legati ai cambiamenti climatici, tra cui il riscaldamento degli oceani, l'acidificazione e l'esaurimento dell'ossigeno, poiché questi impatti erodono la resilienza degli ecosistemi marini e aumentano la sensibilità degli ecosistemi ad altre pressioni.

effetto combinato di diverse pressioni sui mari europei

La valutazione degli effetti cumulativi di (tutte) le attività umane in mare e a terra è un requisito della MSFD. Questa conoscenza è necessaria per costruire una solida base per la gestione delle attività umane nell'ambiente marino e per il raggiungimento dell'obiettivo di "buono stato ambientale" della MSFD. Questa conoscenza è necessaria anche per il processo decisionale nel contesto della pianificazione spaziale delle attività umane in mare in conformità con la direttiva sulla pianificazione dello spazio marittimo dell'UE.

Per raggiungere la sostenibilità, le attività umane nell'ambiente marino dovrebbero essere gestite da una prospettiva basata sull'ecosistema. Ciò sosterrebbe anche l'obiettivo del Green Deal europeo di rendere l'economia dell'UE sostenibile, tra le altre cose, climaticamente neutra. Il focus del Green Deal include la lotta al cambiamento climatico; la conservazione e il ripristino della biodiversità; rendere sostenibili l'agricoltura, la pesca e l'acquacoltura; e raggiungere un ambiente privo di tossine, attraverso l'ambizione di zero inquinamento, una migliore regolamentazione chimica e un'economia circolare.

Per chi vuole approfondire:

— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali