Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Temi ambientali Acque Acque marine e costiere Il battello oceanografico Poseidon

Il battello oceanografico Poseidon

RSS

Cosa è

il battello oceanografico Poseidon

È il battello oceanografico di ARPAT, progettato e costruito appositamente per svolgere attività di monitoraggio marino e costiero. Una delle sue principali peculiarità è quella di poter compiere campagne oceanografiche costiere della durata di diversi giorni.
L'imbarcazione, particolarmente robusta è interamente in vetroresina con strutture proporzionate in modo tale da poter resistere nel tempo alle sollecitazioni. Per garantire robustezza e rigidità lo scafo è stato supportato da longheroni longitudinali realizzati in vetroresina con anima di poliuretano espanso.
L'unità è compartimentata in modo da conservare ampi requisiti di galleggiabilità e stabilità con uno qualsiasi dei compartimenti stagni allagati dato che ognuno di essi è separato dagli altri da paratie stagne.
La carena, di tipo planante a "V" profonda, con un angolo medio di alzata di circa 18 gradi al centro e 24 a poppa, garantisce la massima stabilità durante le operazioni di ricerca. Tale forma infatti, largamente sperimentata, consente una bassa resistenza all'avanzamento, un ottimo comportamento in mare agitato e doti di eccezionale manovrabilità e stabilità.
L'imbarcazione è dotata di due timoni del tipo sospeso semicompensati, di due alettoni incernierati allo specchio di poppa che consentono il controllo dell'assetto dinamico. Tutte le superfici interne dei locali non abitati sono protette contro gli incendi per evitare l'eventuale propagazione delle fiamme.

Cosa fa

Il battello svolge le seguenti attività:

  • monitoraggio marino e costiero nell'ambito della legge 979/82, in rapporto di collaborazione con la Regione Toscana e il Ministero dell'Ambiente; tale attività prevede l'effettuazione, nell'arco di un anno e lungo l'intera fascia costiera della Toscana, di 16 campagne per il controllo dello stato trofico, 4 per il controllo degli ecosistemi, 4 per il controllo dei bivalvi;
  • prelievo dei sedimenti di fondali marini per l'espletamento di pratiche relative al dragaggio di ambiti portuali mediante prelievo di carote con posizionamento di precisione;
  • prelievo di sedimento superficiale e biota da fondali marini per la caratterizzazione di aree di dumping;
  • prelievo di campioni di acqua e misura dei parametri chimico fisici e biologici relativi alla balneazione in particolari zone;
  • misura delle principali caratteristiche chimico fisiche e biologiche delle acque marine in aree di sperimentazione di nuove metodiche di maricoltura
  • indagini relative al fenomeno di aggregati mucillaginosi nel Tirreno settentrionale mediante ispezione visiva, prelievi subacquei e misura dei parametri caratterizzanti la massa d'acqua marina per l'individuazione di pennacchi provocati da scarichi costieri;
  • rilievi plano - batimetrici di dettaglio;
  • mappatura di praterie di fanerogame marine;
  • rilievi correntometrici di tipo euleriano mediante correntometro a misura puntuale o profilatore;
  • effettuazione di campagne per rilievi correntometrici lagrangiani.

Logistica degli spazi e abitabilità

L'imbarcazione è interamente climatizzata e consente a bordo l'alloggio confortevole di cinque persone, anche se gli spazi disponibili permettono di ospitarne fino a undici più il comandante. Sottocoperta è situata la sala macchine con i motori di propulsione e servizio nonché un banco da lavoro con morsa e attrezzi per interventi meccanici. Attiguo a questi locali, verso poppa, c'è uno dei due laboratori bagnati utilizzato principalmente per la conservazione dei campioni. Sottocoperta vi sono inoltre le sistemazioni per il personale, la cucina e la sala mensa.
Nella tuga, sul ponte di coperta, si trovano due aree operative dove si svolge la maggior parte del lavoro a bordo: la plancia e il laboratorio oceanografico. Quest'ultimo è composto da un ampio locale dove si trova il sistema hardware e software per l'acquisizione, la gestione e l'archiviazione di una banca dati delle misure effettuate, sul lato dritto è presente un banco da lavoro con un lavello per il prelievo di campioni di acqua direttamente da una presa in chiglia; è anche presente quanto necessario alla filtrazione e pretrattamento dei campioni; sul lato sinistro è presente una comoda dinette con tavolo per riunioni e carteggio nautico.

Dati tecnici

Lunghezza fuori tutto: 18 metri
Lunghezza la galleggiamento: 16,35 metri
Larghezza fuori tutto: 5,60 metri
Immersione: 1,80 metri
Stazza lorda: 38,94 ton.
Volume totale casse combustibile: 3 mc
Volume totale cassa acqua dolce: 0,3 mc
Velocità di crociera: 16 nodi
Velocità massima: 20 nodi
Motorizzazione: 2x385 CV IVECO
Energia elettrica: 220V e 24V
Potenza: 2x13 Kw
Costruzione:1992
Cantiere: Crestitalia Ameglia (SP)

Strumentazione di bordo

Strumentazione nautica

G.P.S.
Geonav interfacciato con il GPS (sistema cartografico)
Radar GEM Furuno
Loran "C" Furuno
Ecoscandaglio 600 M Furuno a colori
Pilota automatico NECO Furuno
Bussola magnetica
VHF
Barometro per la misura della pressione atmosferica
Igrometro per la misura della umidità relativa
Termometro per la misura della temperatura dell'aria
Anemometro per la misura della velocità del vento
Anemoscopio per la misura della direzione del vento

Strumentazione oceanografica

Sonda del Poseidon

Computer Compaq Deskpro EN
Computer Compaq portatile mod. ARMADA 1572
Scheda GSM PCMCIA per trasmissione dati
Scheda PCMCIA per connessione rete Ethernet
Concentratore di rete a 16 porte
Convertitore RS232C/Ethernet
Software di acquisizione e gestione dati strumenti oceanografici
Software di navigazione
Software da survey oceanografico e geofisico
GPS Trimble
Ricevitore Omnistar per la ricezione da satellite delle correzioni differenziali DGPS
Due sonde multiparametriche Idronaut
Fluorimetro
Torbidimetro
Correntometro Aanderaa con torbidimetro, conducimetro, e termometro
Correntometro RDI per porfili sulla colonna d'acqua fino a 80 m di profondità
Carotiere a gravità
Benna oceanografica Van Veen
Draga oceanografica
Due boe oceanografiche Biotronix dotate di sonde multiparametriche ed elettronica di bordo per la trasmissione dei dati misurati via GSM, con sistema di allarme in caso di allontanamento dal punto di ancoraggio

Attrezzatura subacquea

2 mute da 5 e 7 mm. Rofusub
due monobombola con doppia rubinetteria da 15 l.
GAV Mares a schienalino
Sistema Octopus più erogatore di emergenza Scubapro
Maschera Gran Facciale Ocean Reef Neptune II con sistema di comunicazione

Strumentazione per il pretrattamento, l'analisi e la conservazione dei campioni

Apparato di filtrazione
Congelatore
Frigorifero
Autoanalizzatore per nutrienti azotati e fosforati microMAC-1000 (ricerca carattere micro)

Azioni sul documento
Strumenti personali