Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Dati e mappe Dati Microplastiche in mare - numero di oggetti per metro quadro, forma e colore - anni 2019-2022

Dove Siamo

 

Microplastiche in mare - numero di oggetti per metro quadro, forma e colore - anni 2019-2022

26/06/2023 15:15

Le aree analizzate sono: Foce Ombrone (GR), Carbonifera (LI), Donoratico (LI), Fiume Morto (PI)

Microplastiche in mare - numero di oggetti per metro quadro, forma e colore - anni 2019-2022

L’indicatore esprime il numero di frammenti di microplastiche per m2 raccolte con il retino “manta” nello strato marino superficiale (circa 25 cm). Le informazioni raccolte in termini di distribuzione, composizione e trend delle abbondanze possono consentire la definizione di misure specifiche da mettere in atto per la riduzione dei fattori determinanti con l’obiettivo finale di minimizzare la quantità di microplastiche presenti nell’ambiente marino e i danni da esse causate sulle reti trofiche.

Le microplastiche, oltre a derivare dalla frammentazione dei rifiuti plastici, sono presenti in alcuni prodotti o derivano dai loro processi di fabbricazione.

Nell’ambito della Direttiva Quadro sulla Strategia marina, ARPAT, con cadenza semestrale, esegue campionamenti in mare lungo 4 transetti ortogonali alla costa - in corrispondenza di Foce Ombrone (GR), Carbonifera (LI), Donoratico (LI) e Fiume Morto (PI) - ognuno caratterizzato da tre stazioni di campionamento poste a circa 1, 3 e 11 km dalla costa. In ogni stazione il retino "manta" viene trainato per 20 minuti in direzione contraria alla corrente. I frammenti raccolti sono conteggiati e classificati secondo precise categorie di forma e colore stabilite a livello nazionale.

Nelle 24 stazioni campionate ogni anno vengono anche registrati i parametri fisico-chimici e le condizioni meteo-marine al momento del prelievo.

Nel 2022 i frammenti di microplastiche presenti nello strato superficiale del mare sono stati quantificati in circa 0,035 oggetti per m2 (oggetti/m2). Nel 2021 risultavano pari a circa 0,046 oggetti/m2 e nel 2020 erano circa 0,054 oggetti/m2. Nell’area settentrionale della Toscana (Fiume Morto e Donoratico), nel 2022 sono state rilevate concentrazioni mediamente inferiori (valore massimo: 0,025 oggetti/m2) rispetto all’area meridionale (Carbonifera e Foce Ombrone - valore massimo: 0,246 oggetti/m2).
Le forme più comuni sono il frammento (71%), foglio (19%) e filamento (6%), mentre i colori dominanti sono il bianco (68%), il blu (15%) ed il verde (7%).

Nell'Annuario dei dati ambientali della Toscana 2022, che uscirà ad ottobre, saranno presenti i dati di sintesi relativi all'ultimo anno disponibile. Nei file PDF e CSV sono inclusi anche dati relativi ad anni precedenti (il numero di oggetti per m2 è disponibile dal 2015).

Azioni sul documento
Strumenti personali