Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2022 Rifiuti speciali: circa 9,5 milioni di tonnellate prodotti in Toscana nel 2020

Dove Siamo

 

Rifiuti speciali: circa 9,5 milioni di tonnellate prodotti in Toscana nel 2020

RSS
14/07/2022 07:15

Dal rapporto SNPA sui rifiuti speciali emerge che la Toscana, nel 2020, ha prodotto poco più di 9,5 milioni di tonnellate di rifiuti speciali, di cui 9,1 milioni di tonnellate sono rifiuti non pericolosi e poco più di 406 mila tonnellate pericolosi

Nel 2020, la produzione regionale di rifiuti speciali in Toscana si attesta a poco più di 9,5 milioni di tonnellate che rappresentano il 6,5% del totale nazionale. I rifiuti speciali prodotti in Italia sono 147 milioni di tonnellate.

Rispetto al 2019, si registra, a livello nazionale, un calo del 4,5%, pari a quasi 7 milioni di tonnellate, dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19 che ha segnato il contesto socioeconomico nazionale. Il 2020 è stato, infatti, caratterizzato da minori consumi sul territorio nazionale a causa delle chiusure degli scambi commerciali e delle misure di restrizione adottate. Inoltre, è stato segnato da interruzioni nelle catene di approvvigionamento, in particolare nelle forniture di materie prime e semi- lavorati, con conseguenti ripercussioni sulle produzioni manifatturiere. Anche il settore delle costruzioni, che da molto tempo rappresenta quello con la maggiore produzione di rifiuti speciali a livello nazionale ma anche toscano, ha risentito significativamente dalla crisi pandemica, sia per la chiusura dei cantieri, in particolare di opere pubbliche, sia per la riduzione della manutenzione di edifici o di nuove costruzioni per l’edilizia abitativa, commerciale e non-residenziale.

Tornando alla situazione regionale toscana, dove sono state prodotte nel 2020, come detto, circa 9,5 milioni di tonnellate di rifiuti speciali, il rapporto SNPA Rifiuti Speciali 2022 specifica che circa 9,1 milioni di tonnellate, pari al 95,7%, è rappresentato da rifiuti non pericolosi mentre il restante 4,3% (poco più di 406 mila tonnellate) da rifiuti pericolosi.

Il report sottolinea che i rifiuti prodotti dalle operazioni di costruzione e demolizione (40,5% della produzione regionale totale) e quelli derivanti dal trattamento dei rifiuti e delle acque reflue (33,7%) rappresentano le principali tipologie di rifiuti speciali prodotti in Toscana.

A livello nazionale, invece, la produzione totale di rifiuti speciali non pericolosi, nel 2020, risulta pari a circa 137,1 milioni di tonnellate mentre il quantitativo di rifiuti speciali pericolosi si riduce a 9,8 milioni di tonnellate. 

Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti speciali nella nostra regione, dal rapporto emerge che:

  • il recupero di materia (da R2 a R12) è pari a circa 6,3 milioni di tonnellate e rappresenta il 63% del totale gestito. In tale ambito il recupero di sostanze inorganiche (R5) quasi 4,2 milioni di tonnellate concorre per oltre il 66% al recupero totale di materia
  • l’utilizzo dei rifiuti come fonte di energia (R1), pari a 30.237 tonnellate, rappresenta quasi il 5% del totale di materia recuperata e lo 0,3% del totale gestito
  • le operazioni di smaltimento interessano 2,7 milioni di tonnellate di rifiuti speciali (27% del totale gestito): oltre 931 mila tonnellate (9,3% del totale gestito) sono smaltite in discarica (D1), poco più di 1,8 milioni di tonnellate (18% del totale gestito) sono sottoposte ad altre operazioni di smaltimento (D8, D9, D13, D14) quali trattamento chimico-fisico, trattamento biologico, ricondizionamento preliminare
  • l’incenerimento riguarda circa 11 mila tonnellate (0,1% del totale gestito)
  • la messa in riserva (R13), a fine anno, prima dell’avvio alle operazioni di recupero, ammonta a circa 929 mila tonnellate (9,2 % del totale gestito)
  • il deposito preliminare (D15) prima dello smaltimento interessa poco meno di 30 mila tonnellate (0,3% del totale gestito).

RT modalità gestione rifiuti

RT modalità gestione rifiuti

RT modalità gestione rifiuti speciali

Infine il rapporto mette in evidenza i dati relativi all'import e export di rifiuti speciali nella nostra regione. Quelli importati ammontano a 35.716 tonnellate, di cui 33.407 di rifiuti non pericolosi e 2.309 tonnellate di rifiuti pericolosi mentre i rifiuti esportati sono 140.797 tonnellate, di cui 77.079 tonnellate di rifiuti non pericolosi e 63.718 tonnellate di pericolosi.

Per saperne di più, leggi il rapporto Rifiuti speciali 2022

Azioni sul documento
Strumenti personali