Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Urp Informazioni al pubblico Segnalazioni ambientali

Dove Siamo

 

Segnalazioni ambientali

RSS

segnalazioni 2019 divise per tema e provincia

Prima di presentare una segnalazione ambientale si invita a:

  • Consultare la sezione dedicata alle FAQ (Risposte a domande frequenti) - dove è possibile trovare informazioni su alcune delle problematiche ambientali più frequenti (anche non di competenza ARPAT)
  • Verificare la competenza di ARPAT in merito alla problematica che si intende segnalare: l'elenco riporta, per ciascun aspetto ambientale che origina l'esposto - l'ente competente alla gestione della segnalazione (dove si fa riferimento alle Province, ora le competenze ambientali sono state acquisite dalla Regione Toscana); per alcuni temi sono anche disponibili gli opuscoli Chi fa cosa in Toscana, dove sono indicate le competenze dei vari enti interessati.

È possibile presentare una segnalazione ambientale con diverse modalità, in particolare:

  • compilando la form on-line;
  • compilando il modulo e inoltrandolo attraverso uno dei seguenti canali:
    • all'indirizzo PEC arpat.protocolloat.gifpostacert.toscana.it - questa modalità è utilizzabile solo da utenti che hanno un indirizzo di posta elettronica certificato e il messaggio ha il valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno.
    • all'indirizzo urp@arpat.toscana.it
    • per fax al numero 055-5305640;
    • per posta ordinaria all'indirizzo Ufficio relazioni con il pubblico, via del Ponte alle Mosse n. 211 - 50144 Firenze oppure consegnandolo a mano nelle sedi principali dell'Agenzia;

N.B. Il tipo e il numero di un documento di identità non devono essere indicati solo nel caso in cui il modulo sia sottoscritto con firma digitale.

Dopo la presentazione della segnalazione ambientale il Responsabile del Dipartimento territorialmente competente deciderà se:

  1. programmare un sopralluogo,
  2. chiedere, per alcune tematiche, al Comune o ad altro ente territoriale, di realizzare una pre-istruttoria e procedere ad un controllo solo in un momento successivo e su espressa richiesta dell'ente territoriale coinvolto,
  3. rispondere in base alle informazioni già in possesso del Dipartimento e del settore competente.


ARPAT provvederà a fornire una risposta entro 30 giorni dalla data di ricevimento: salvo casi di comunicazioni relative all'aggravarsi e/o al risolversi della situazione già segnalata si richiede di attendere tale termine prima di ricontattare ARPAT per avere notizie.

In tema di trattamento dei dati personali si fa presente che i dati personali raccolti con l'esposto saranno trattati, anche con mezzi informatici, esclusivamente per il procedimento per il quale la dichiarazione viene resa (art. 13 Dlgs 196/2003); i dati potranno essere oggetto di comunicazione ad altri soggetti pubblici, se previsto da una norma di legge o di regolamento o, comunque, quando la comunicazione è necessaria per lo svolgimento di funzioni istituzionali. Potranno essere altresì comunicati ai soggetti cui è riconosciuto il diritto di accesso ai documenti amministrativi per motivi di cura e difesa dei propri interessi giuridici nel rispetto di presupposti, modalità e limiti per l’esercizio del diritto di accesso contenuti nella Legge n. 241/1990, nel D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e nelle altre disposizioni di legge e regolamentari in materia.

Si ricorda che ARPAT gestisce le attività relative agli esposti presentati dal pubblico secondo quanto previsto dalla legislazione ambientale nonchè

 

Azioni sul documento
Strumenti personali