Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Documentazione Catalogo pubblicazioni ARPAT Monitoraggio delle acque marino costiere in Toscana - Anno 2019

Dove Siamo

 

Monitoraggio delle acque marino costiere in Toscana - Anno 2019

RSS
Attività di monitoraggio 2019 e proposta di classificazione

Anno di pubblicazione: 2020

A cura di: ARPAT, Settore mare

In collaborazione con:

Pagine: 62

Prezzo:

Attività di monitoraggio 2019 e proposta di classificazione

La rete di monitoraggio è stata pianificata in accordo con la Regione Toscana (DGRT 608/15) e comprende, per ciascun corpo idrico, uno o più siti di campionamento, per un totale di 19 stazioni e 16 corpi idrici. In ciascuna stazione viene monitorato, secondo i parametri definiti dalla norma e descritti nei paragrafi successivi, lo stato di qualità ambientale.

I campionamenti sono effettuati tramite il battello Poseidon, utilizzato per raccogliere campioni di acqua e sedimento per le successive analisi, oltre che come imbarcazione di appoggio per rilievi subacquei su popolamenti a macroalghe e praterie di Posidonia oceanica.

La classificazione dei corpi idrici costieri viene determinata in base allo stato ecologico e allo stato chimico.

Lo Stato ecologico descrive la qualità delle acque combinando i diversi elementi biologici, quali fitoplancton, macroalghe, Posidonia oceanica, macrozoobenthos, il livello trofico delle acque (indice TRIX  e la presenza di sostanze chimiche non prioritarie nelle acque. I possibili livelli di classificazione sono 5, in ordine decrescente di qualità ambientale: “Elevato”, “Buono”, “Sufficiente”, “Scarso”, “Cattivo”.
Il giudizio sulla qualità ecologica relativo al solo 2019 risulta ELEVATO/BUONO per tutti i corpi idrici indagati, fatta eccezione per Costa pisana che risulta in Classe SUFFICIENTE, per l’elevata presenza di di biomassa fitoplanctonica.

Lo Stato chimico descrive la qualità dei corpi idrici in base alla presenza di sostanze chimiche prioritarie nelle acque e nel biota. I possibili livelli di classificazione sono 2: “Buono” o “Non buono”.
Classificando in base alla sola matrice acqua, il 75% dei corpi idrici della Toscana risulta essere in uno stato chimico BUONO.
Classificando in base alla matrice biota il 100% dei corpi idrici monitorati della Toscana risulta essere in uno stato chimico NON BUONO.

È disponibile anche la versione sfogliabile della pubblicazione (sito Web esterno, si apre in una nuova finestra)

 

 

 
Azioni sul documento
Strumenti personali