Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

logo twitter logo facebook logo flickr logo youtube logo issuu logo RSS app ARPAT per dispositivi mobili
Sei in: Home Documentazione Catalogo pubblicazioni ARPAT Monitoraggio della qualità delle acque dolci superficiali

Dove Siamo

 

Monitoraggio della qualità delle acque dolci superficiali

RSS
Collana Ambiente - Scheda informativa 18 - Aggiornamento novembre 2015

Anno di pubblicazione: 2015

A cura di: ARPAT

In collaborazione con:

Pagine: 21

Prezzo: 0 €

La diciottesima scheda informativa di ARPAT tratta il tema del monitoraggio in funzione degli obiettivi di qualità ambientale e della classificazione delle acque in base allo stato chimico ed ecologico

La pubblicazione della diciottesima scheda informativa di ARPAT tocca un tema di fondamentale importanza per l’umanità intera: la risorsa acqua, indispensabile, senza la quale non ci sarebbe vita sulla Terra.
La scheda illustra i metodi di indagine per la valutazione dello stato di salute dei corpi idrici superficiali ricordando che, dopo il recepimento della più recente normativa, accanto ad analisi di tipo chimico e batteriologico oggi sono previsti anche metodi quali il biomonitoraggio, supportati e completati dalla ricerca di parametri chimici.
Una parte di rilievo è assegnata alla descrizione di indicatori utili a determinare la qualità biologica delle acque superficiali, sempre con l’integrazione di dati chimici: i Macroinvertebrati bentonici (che vivono cioè in acqua, a stretto contatto col fondo), le Diatomee, che fanno parte del Fitoplacton, e le Macrofite.
Accanto alla descrizione di questi bioindicatori, vengono fornite informazioni anche sui parametri chimici, suddivisi in “a sostegno”, usati per la definizione dello stato ecologico, e “a integrazione”, il cui monitoraggio è necessario per la miglior comprensione dell’ecologia dell’ambiente esaminato.
Nella parte dedicata alla classificazione delle acque vengono descritti lo Stato ecologico e lo Stato chimico dei corpi idrici.
La pubblicazione si sofferma inoltre, in particolare, su quella parte dell’attività dell’Agenzia che prevede il campionamento annuale di tutti i corpi idrici considerati “a rischio” (monitoraggio operativo) e triennale di quelli classificati “non a rischio” (monitoraggio sorveglianza), ricordando anche i servizi di informazione sulla tematica “acqua” offerti da ARPAT 

È disponibile anche la versione sfogliabile della pubblicazione (sito Web esterno, si apre in una nuova finestra) e la versione e-book (in formato ePub).

La scheda è stata aggiornata nel novembre 2015 a seguito dell'entrata in vigore del D.Lgs. 172/2015

Azioni sul documento
Strumenti personali