Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2019 WWF: ogni anno 570 mila tonnellate di plastica finiscono nelle acque del Mediterraneo

Dove Siamo

 

WWF: ogni anno 570 mila tonnellate di plastica finiscono nelle acque del Mediterraneo

RSS
30/07/2019 07:30

Lo dice il rapporto dell'associazione ambientalista “Fermiamo l’inquinamento da plastica: come i Paesi del Mediterraneo possono salvare il proprio mare”

C’è un’incapacità diffusa dei Paesi del Mediterraneo di gestire i propri rifiuti di plastica e questo si traduce in livelli record di inquinamento nel Mare Nostrum provocando costi enormi all’economia regionale, dell’ordine di centinaia di milioni di euro ogni anno. Il report “Fermiamo l’inquinamento da plastica: come i Paesi del Mediterraneo possono salvare il proprio mare” del WWF esamina i sistemi di gestione della plastica di tutti i Paesi del Mediterraneo e valuta le loro azioni per contrastare questo tipo di inquinamento nel processo di produzione e distribuzione.

Ogni anno 570 mila tonnellate di plastica finiscono nelle acque del Mediterraneo: è come se 33.800 bottigliette di plastica venissero gettate in mare ogni minuto. L’inquinamento da plastica sta continuando a crescere e si prevede che entro il 2050 l’inquinamento nell’area mediterranea quadruplichi.

Il nuovo rapporto del WWF fa emergere a tutti i livelli i principali fallimenti e le responsabilità dei produttori, delle autorità pubbliche e dei consumatori, tali da rendere il sistema di gestione della plastica altamente inefficiente, costoso e inquinante. Il rapporto indica poi un piano di azioni politiche e iniziative che l’area mediterranea e i singoli Paesi devono sviluppare per raggiungere un’economia sostenibile e circolare che riduca a zero la produzione di rifiuti dal sistema di gestione della plastica.

— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento

riduzione della produzione di plastica

Inviato da Utente anonimo il 30/07/2019 09:50

in qualità di memro della giunta di CONFINDUSTRIA FIRENZE ritengo che sia assolutamente prioritario arrivare in tempi brevi a sostituire la produzione di prodotti in plastica con prodotti biodegradabili, Per fare questo credo sia necessario da parte del Governo contattare tutti i produttori e concordare con loro una riconversione della loro produzione di plastica con prodotti degradabili. potrebbero essere proposte allo scopo agevolazioni fiscali o di altro genere.

riduzione della produzione di plastica

Inviato da Utente anonimo il 30/07/2019 11:39

Concordo. Come membro del MoVimento 5 Stelle possso assicurare che stiamo lavorando in quella direzione. Stiamo lavorando ad una L egge sull’economia circolare, ai decreti end of waste, alle azioni plastic-free ecc... ci guadagna l’ambiente e si creano posti di lavoro. migliora la qualità della vita di tutti gli esseri viventi.

riduzione della produzione di plastica

Inviato da Utente anonimo il 31/07/2019 11:11

Dalla tabella si rileva che il problema dell'Italia, secondo il WWF, sarebbe nel trattamento dei rifiuti di plastica. Oltre a inceneritori che mancano e che ci costringono ad inviare i rifiuti di plastica agli inceneritori austriaci, abbiamo Comuni che non tengono puliti i corsi dei fiumi che li attraversano, ma anche una costa particolarmente estesa. Il risultato è un'immissione di rifiuti plastici quattro volte quella degli altri paesi europei. Cosa possiamo fare poi per sensibilizzare Egitto e Turchia?

Strumenti personali