Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2016 Mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro

Dove Siamo

 

Mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro

RSS
22/11/2016 07:30

Il ministero dell'Ambiente ha messo a disposizione 35 milioni di euro per la mobilità sostenibile

Il decreto sulla mobilità sostenibile del Ministero dell'Ambiente, n. 208 del 20 luglio 2016, è stato pubblicato sulla G.U. del 12 ottobre. Il Decreto fa parte del pacchetto di provvedimenti previsti dal collegato ambientale (Legge n. 221 del 28 dicembre 2015): l'art. 5 prevede infatti uno stanziamento da destinare a programmi che possano incentivare la mobilità sostenibile.

L'obiettivo, quindi, è favorire gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro con modalità di trasporto sostenibili, in linea con gli obiettivi nazionali ed europei di riduzione delle emissioni di gas serra e inquinanti derivanti dal settore dei trasporti.

Il programma prevede il finanziamento di progetti, predisposti da uno o più enti locali e riferiti ad un ambito territoriale con popolazione superiore a 100.000 abitanti, diretti ad incentivare iniziative di mobilità sostenibile. A parità di valutazione saranno finanziati prioritariamente i progetti nei Comuni in cui si sia verificato nel 2015 un superamento dei limiti di legge di PM10 ed ossidi di azoto ed in cui si sia adottato il Piano Urbano della Mobilità o dove i Comuni abbiano aderito ad accordi territoriali di contenimento dell’inquinamento atmosferico da fonti mobili.

Tra le iniziative ammissibili troviamo:

  • piedibus
  • car-pooling
  • car-sharing
  • bike-pooling
  • bike-sharing
  • realizzazione di percorsi protetti per gli spostamenti, anche collettivi e guidati, tra casa e scuola, a piedi o in bicicletta, come ad esempio le corsie ciclabili e le zone 30 (strade con limite di velocità a 30 chilometri orari)
  • laboratori e uscite didattiche con mezzi sostenibili
  • programmi di educazione e sicurezza stradale, di riduzione del traffico, dell’inquinamento e della sosta degli autoveicoli in prossimità degli istituti scolastici o delle sedi di lavoro, anche al fine di contrastare problemi derivanti dalla vita sedentaria.

Il programma prevede anche la possibilità di utilizzare i "buoni mobilità" a favore di quei lavoratori che usano mezzi di trasporto sostenibili o agevolazioni per studenti e lavoratori che nei tragitti casa-scuola e casa-lavoro vogliano usare modalità di trasporto sostenibile.

I progetti sono cofinanziati dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con una percentuale non superiore al 60% del totale dei costi ammissibili.

Il limite di finanziamento previsto, cd massimale, è di un milione per i Comuni singoli e di tre milioni per quelli associati. È previsto anche un tetto minimo, pari a 200mila euro.

Ai sensi dell'art. 4 del Decreto Ministeriale, i progetti dovranno essere presentati esclusivamente per via telematica e dovranno pervenire entro le ore 24.00 del 10 gennaio 2017.

Testo integrale del decreto

Faq

Maggiori informazioni

Azioni sul documento
Strumenti personali