Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2016 Le misure per ridurre le polveri in 5 città del sud Europa

Dove Siamo

 

Le misure per ridurre le polveri in 5 città del sud Europa

RSS
10/06/2016 08:00

Il progetto AIRUSE ha suggerito alle autorità locali misure per soddisfare gli standard di qualità dell'aria ed avvicinarsi, per quanto possibile, alle linee guida dell'OMS

Il progetto AIRUSE, finanziato dal programma europeo LIFE+, ha avuto l’obiettivo di identificare l’origine delle polveri e quantificare il loro contributo all'inquinamento atmosferico in diverse aree urbane dei Paesi del Sud Europa (Portogallo, Spagna, Italia e Grecia). AIRUSE si è focalizzato in particolare sulle misure per mitigare e ridurre la presenza di polveri nell’aria, evidenziando similitudini e differenze rispetto alle città dell’Europa centro-settentrionale.

Ci sono infatti alcuni fattori che favoriscono la presenza di inquinanti atmosferici nei paesi del sud Europa e in quelli mediterranei:

  • elevata concentrazione di emissioni di inquinanti nella regione,
  • architettura compatta delle città che impedisce la dispersione di inquinanti prodotti localmente,
  • piogge scarse, venti deboli ed elevato irraggiamento solare che favoriscono la formazione e l'accumulo di inquinanti,
  • vicinanza ai deserti del Nord Africa, la maggior sorgente di polveri minerali atmosferiche a livello mondiale.

Per identificare la cause dell’inquinamento atmosferico, nel corso del progetto sono stati raccolti i campioni di polveri di diverse dimensioni, analizzati e poi sottoposti a specifici modelli matematici al fine di:

  • determinare il ruolo delle polveri stesse nell’inquinamento
  • suggerire poi soluzioni.

Il secondo compito del progetto è stato infatti quello di identificare azioni da adottare da parte delle Autorità Nazionali dei paesi dell’Europa meridionale nonché dei cittadini, per migliorare la qualità dell’aria; per identificare e proporre tali azioni, è stata sperimentata l’efficacia di alcune misure concrete, utili soprattutto nelle città del sud Europa.

Ad esempio è stato dimostrato che nelle nostre città è utile:

  • migliorare i trasporti pubblici, rendendoli più rapidi, economici, ecologici e confortevoli,
  • ridurre l’uso del mezzo privato,
  • permettere l’accesso al centro città solo ai veicoli con basse emissioni,
  • lavare le strade affinché il traffico non possa sollevare le polveri sottili lasciate sulla strada da freni e ruote,
  • utilizzare fonti di riscaldamento domestico efficiente e con bassissime emissioni,
  • ridurre le emissioni dal settore industriale.

In due precedenti Arpatnews abbiamo approfondito alcune di queste misure, in particolare quelle relative al traffico e alla combustione domestica della biomassa.

Nel mese di aprile 2016 si è tenuta a Barcellona la conferenza finale di AIRUSE; sul sito Web del progetto sono disponibili tutti i materiali presentati alla Conferenza nonché i report prodotti nel corso del progetto.

Azioni sul documento
Strumenti personali