Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2016 La completa digitalizzazione di tutti i dati sanitari

Dove Siamo

 

La completa digitalizzazione di tutti i dati sanitari

31/03/2016 08:00

Dati aggiornati e disponibili sullo stato di salute dei cittadini per migliorare le misure di prevenzione

Ad inizio febbraio, in occasione della Giornata mondiale contro il cancro, il Presidente di Emergenza Sorrisi ONG e il Presidente dell’Associazione Medici per l'Ambiente (ISDE Italia) hanno inviato alla Ministra della salute Lorenzin una lettera-appello per avere dati epidemiologici più aggiornati e accessibili a diversi livelli di aggregazione (comunale, provinciale, regionale, nazionale) al fine di valutare l'andamento dello stato di salute delle comunità ed agire con misure di prevenzione.

Come ricordato nella lettera, la completa digitalizzazione dei flussi sanitari, consentendo di fatto la costruzione in tempo reale di un database capillare di dati grezzi da parte di enti pubblici (ASL, Regioni, Ministero, ISS, ISTAT), dovrebbe agevolare il raggiungimento di tale obiettivo. Questo porterebbe ad una valutazione più accurata dello stato di salute dei cittadini non solo limitata a patologie croniche e ad esposizioni passate, ma aiuterebbe anche le procedure di VIA e VAS.

Inoltre, il monitoraggio costante dello stato di salute delle comunità, previsto in maniera esplicita anche dal progetto “Health Cities” dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e a cui oggi aderiscono solo 70 Comuni, sarebbe di fatto implementabile con modalità e tempistica utili solo consentendo a chiunque un efficace accesso ai database nei quali sono contenuti i dati grezzi sullo stato di salute degli italiani. Senza contare che la corretta interpretazione di tali dati consentirebbe di evitare il rischio di diffusione incontrollata di informazioni allarmistiche, inadeguate e/o infondate, spesso addotto a giustificazione della limitata accessibilità ai dati.

— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali