Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2016 2015 l'anno più caldo

Dove Siamo

 

2015 l'anno più caldo

09/05/2016 08:00

Gennaio e febbraio del 2016 hanno fatto registrare nuovi record

L'anno 2015 ha fatto la storia, secondo l'Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO), con record di temperatura mandati in frantumi, ondate di caldo intense, precipitazioni eccezionali, siccità devastanti e un'insolita attività dei cicloni tropicali.

Tale tendenza sta proseguendo anche nel 2016: dopo infatti un 2015 certificato come il più caldo dal 1880, i mesi di gennaio e febbraio appena trascorsi hanno fatto registrare nuovi record sia per le temperature che per l'estensione del ghiaccio marino artico, che è arrivata ad essere la più piccola mai rilevata.

La dichiarazione sullo stato del clima nel 2015 fornisce dunque i dettagli a livello mondiale su:

  • temperatura della terra e della superficie del mare
  • riscaldamento degli oceani
  • innalzamento del livello del mare
  • riduzione del ghiaccio marino
  • eventi meteorologici estremi.

La temperatura superficiale media globale nel 2015 ha battuto tutti i record precedenti con un ampio margine: circa 0,76 ° C al di sopra della media 1961-1990. Origini di tale fenomeno sono un forte El Niño e il riscaldamento globale causato dall'uomo.

Oggi la Terra è dunque già 1 ° C più calda rispetto all'inizio del ventesimo secolo. Siamo a metà strada verso la soglia critica dei 2 ° C.

Il livello del mare è stato il più alto mai registrato.

Anche l'Europa occidentale e centrale ha registrato una lunghissima ondata di caldo, con temperature che si sono avvicinate ai 40 ° C in più punti (es: Germania 40,3 ° C, Spagna 42,6 ° C, Regno Unito 36,7 ° C).

Le precipitazioni globali nel 2015 sono state vicino alla media di lungo periodo: all'interno di questo dato complessivo ci sono stati però molti casi di precipitazioni estreme.

Contenuti correlati
— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali