Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2015 Determinazione di idrocarburi totali nelle acque

Dove Siamo

 

Determinazione di idrocarburi totali nelle acque

RSS
29/06/2015 08:00

Elaborata una nuova procedura in accordo con la legislazione vigente e le norme internazionalmente accettate

Da qualche anno un Gruppo di lavoro composto da ISPRA, ARPA/APPA, ISS e CNR-IRSA, nell’ambito delle attività del Sistema Nazionale di Protezione dell’Ambiente (SNPA), collabora con lo scopo di :

  • definire, sulla base delle norme esistenti e delle esperienze maturate a livello nazionale, metodi per la determinazione degli idrocarburi specifici per le diverse matrici (acqua, rifiuti, suoli);
  • definire le frazioni di idrocarburi che si intende ricercare con il metodo/i proposto/i.

Il GdL, a cui partecipa anche ARPAT, dopo aver elaborato delle linee guida per i suoli sottoposti a bonifica, ha indirizzato i propri sforzi per la stesura di una nuova procedura riguardante la determinazione degli idrocarburi totali nelle acque.
È quindi stato pubblicato recentemente, nella collana di ISPRA “Manuali e Linee guida”, il volume “Procedura di misurazione per la determinazione degli idrocarburi totali nelle acque” che tenta di rispondere adeguatamente alle prescrizioni legislative vigenti attraverso l’elaborazione di un unico metodo, in accordo anche con le norme internazionalmente accettate.
La procedura formulata dal Gruppo di Lavoro è stata testata tra il 2013 e il 2014 tramite uno studio collaborativo, che figura nel manuale come allegato, che ha consentito di definirne le caratteristiche di prestazione in termini di ripetibilità e riproducibilità ed i cui esiti hanno portato alla sua stesura finale.
La procedura è applicabile per acque sotterranee, superficiali, acque reflue e acque da impianti di trattamento degli scarichi fognari e permette la determinazione degli idrocarburi totali in
concentrazioni maggiori, sia per la frazione volatile che per quella estraibile, di 0,05 mg·L-1.
Sono incluse altresì le acque superficiali destinate ad uso potabile il cui contenuto in idrocarburi
emulsionati o disciolti è determinato mediante il metodo per la determinazione della frazione estraibile; anche per le acque reflue è presa in considerazione la sola frazione estraibile.

Azioni sul documento
Strumenti personali