Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2015 ARPA Valle d'Aosta installa stazione di misura della qualità dell'aria sul Mont Emilius

Dove Siamo

 

ARPA Valle d'Aosta installa stazione di misura della qualità dell'aria sul Mont Emilius

RSS
10/08/2015 08:00

La stazione afferisce alla rete internazionale di alta quota Ev-K2-CNR e rappresenta un importante sito di monitoraggio delle condizioni di fondo ('aria pulita') dell'atmosfera

A due settimane dall'installazione della stazione meteorologica più alta d'Europa sulla vetta del Monte Bianco, ARPA Valle d'Aosta e l'Associazione Ev-K2-CNR hanno installato oggi un prototipo di stazione di monitoraggio della qualità dell’aria sulla vetta del Mont Emilius a 3.550 metri di quota, dove ARPA VDA aveva già condotto delle campagne di monitoraggio climatico.

La stazione misura in continuo e trasmette in tempo reale via satellite i parametri meteorologici (temperatura, umidità, velocità e direzione del vento, precipitazione, pressione atmosferica), le concentrazioni di alcuni inquinanti quali black carbon, ozono e particolato atmosferico.

momenti dell'installazione della stazione di misura

Questo tipo di stazione di monitoraggio della qualità dell'aria, a ridottissimo impatto, è estremamente compatta, facilmente trasportabile e alimentata con pannelli solari. Queste caratteristiche hanno permesso di utilizzarla per una campagna biennale di Ev-K2-CNR sull'altopiano del Deosai, in Pakistan a 4000 metri di quota.

La stazione afferisce alla rete internazionale di alta quota Ev-K2-CNR e rappresenta per ARPA VDA un importante sito di monitoraggio delle condizioni di fondo ('aria pulita') dell'atmosfera. Inoltre i dati misurati, messi a confronto con quelli delle stazioni di monitoraggio urbane di Aosta, ai piedi del Mont Emilius, forniranno un punto di osservazione privilegiato per identificare eventuali episodi di trasporto a larga scala (sovra regionale) di masse d'aria inquinate, individuarne la provenienza e riconoscere possibili fenomeni di intrusione di ozono dalla stratosfera.

la stazione di misura da vicino

La stazione permetterà di effettuare una misura diretta da terra di questi parametri che, a causa dei pochi siti di monitoraggio presenti in ambienti estremi, vengono normalmente stimati mediante misure spettrometriche satellitari e simulazioni modellistiche.

Azioni sul documento

Franco

Inviato da Utente anonimo il 10/08/2015 16:46

E quando nevica?

Risposta

Inviato da Utente anonimo il 11/08/2015 08:03

Per maggiori dettagli sul funzionamento della stazione le consigliamo di rivolgersi ad ARPA Valle d'Aosta (http://www.arpa.vda.it/). La Redazione Web

Giuseppe

Inviato da Utente anonimo il 11/08/2015 09:21

E la manutenzione d'inverno come si fá? Con 2 m di neve mi pare non si vede piú questa stazione...

strumentazione utilizzata

Inviato da Utente anonimo il 12/08/2015 07:38

Per il black carbon, presumo, sarà utilizzato un analizzatore automatico, come ci si comporta per la convalida del dato?

strumentazione utilizzata

Inviato da Utente anonimo il 12/08/2015 08:24

Per tutte le informazioni sul funzionamento della stazione consigliamo di rivolgersi ad ARPA Valle d'Aosta (http://www.arpa.vda.it/), che si è occupata dell'installazione della stazione. La Redazione Web

Strumenti personali