Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2014 Nuovi limiti per le emissioni industriali di raffinerie e cartiere

Dove Siamo

 

Nuovi limiti per le emissioni industriali di raffinerie e cartiere

27/11/2014 13:00

Approvate dalla Commissione Europea nuove BAT (migliori tecniche disponibili)

La Commissione Europea ha recentemente adottato nuove indicazioni riguardo alle migliori tecniche disponibili (BAT) per la produzione di pasta di legno, carta e cartone, e per la raffinazione di petrolio e di gas, in seguito ai rispettivi voti positivi del Comitato di regolamentazione previsto all'articolo 75 della Direttiva sulle emissioni industriali (IED) 2010/75 / UE.

La Direttiva IED regola le emissioni nell'aria, nell'acqua e nel suolo di circa 50 000 impianti industriali in tutta l'Unione Europea. Le BAT costituiscono la base tecnica per le autorità nazionali dei paesi dell'UE al fine di assicurare nei diversi tipi di produzione un elevato livello di protezione dell'ambiente in condizioni economicamente e tecnicamente fattibili.

L’European Integrated Pollution Prevention and Control Bureau (EIPPCB) cura la creazione di gruppi tecnici di lavoro che redigono i documenti di riferimento sulle BAT (BREF); questi gruppi di lavoro sono costituiti con la partecipazione del paese dell'UE, di rappresentanti delle industrie, delle ONG, nonché di vari servizi della Commissione europea.

Le BAT trattano sia le tecnologie usate che le modalità con cui gli impianti sono progettati, costruiti, e gestiti. Inoltre trattano dei livelli di emissione specifici e di altre prestazioni ambientali determinate dalle diverse tecniche. Le nuove conclusioni sulle BAT per la produzione di pasta di legno, carta e cartone includono, tra l'altro, 97 BAT riguardanti i livelli delle emissioni e 15 relative ai livelli di prestazioni ambientali.

Per quanto riguarda le raffinerie, il nuovo BREF rispetto al precedente adottato nel 2003, prevede BAT che riguardano i livelli di emissione individuali di vari composti di metalli nelle acque; livelli più restrittivi per i solidi sospesi totali delle emissioni nelle acque; distingue le emissioni in atmosfera di SO2 e NOX in relazione alle modalità di combustione; prevede inoltre norme sulle emissioni dei composti organici volatili non metanici (COVNM) e per il benzene.

Azioni sul documento
Strumenti personali