Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2014 Nel monitoraggio ARPAT dei pollini rilevata la presenza di Broussonetia

Dove Siamo

 

Nel monitoraggio ARPAT dei pollini rilevata la presenza di Broussonetia

25/07/2014 13:00

L'allergenicità del polline sembra sia al momento modesta anche se è da sottolineare che dove cresce rigogliosa (nel Sud-Est dell’Asia) induce reazioni allergiche.

Nel corso del riconoscimento dei pollini del monitoraggio aerobiologico nelle stazioni di campionamento di Firenze e di Pistoia è stata notata la presenza, nel periodo che va da aprile ai primi di maggio del 2013 e del 2014, di un polline molto simile a quello delle Urticaceae, talora in concentrazione elevata.

Il polline di Broussonetia è di forma circolare, diporato, con esina sottile , psilata o scabrata , intina sottile con onci evidenti. Le sue dimensioni, 13-14 μm , sono molto simili al quelle delle Urticaceae (es. Urtica dioica 12-14 μm, Parietaria judaica 15-16 μm)

Polline di Broussonetia papyrifera al microscopio ottico

 Polline di Broussonetia papyrifera al microscopio ottico

Pollini di Urticaceae al microscopio ottico
Pollini di Urticaceae al microscopio ottico


Le foto sono state inviate sia all’Università di Perugia (Dipartimento di Scienze Agrarie,Alimentari ed Ambientali) che alle colleghe del Laboratorio Biologico dell’APPA di Bolzano ed insieme abbiamo convenuto che il polline appartiene alla famiglia Moraceae ed in particolare alla specie comunemente detta Gelso della carta.

Di origine orientale, è stata introdotta in Europa verso la metà del XVIII secolo come pianta ornamentale. E’ una pianta dioica (con strutture riproduttive maschili e femminili su esemplari diversi); in Cina ed in Giappone veniva utilizzata la scorza per la produzione della carta, da cui il nome. E’ una pianta sia a portamento arboreo che arbustivo, molto rustica e poco esigente, che può divenire infestante.

L’allergenicità del polline sembra sia al momento modesta anche se è da sottolineare che dove cresce rigogliosa (nel Sud-Est dell’Asia) induce reazioni allergiche.

Se ne segnala la presenza perché il polline può essere facilmente confuso con quello delle urticacae (ortica e parietaria) e perché l’aumento della aerodispersione di questo polline potrebbe in futuro divenire un problema sanitario. 

— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali