Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2014 É stata la ruggine dei pioppi a causare delle chiazze giallastre nel fiume Arno, presso Capolona (AR)

Dove Siamo

 

É stata la ruggine dei pioppi a causare delle chiazze giallastre nel fiume Arno, presso Capolona (AR)

22/10/2014 13:00

Gli esiti degli accertamenti ARPAT

Gli esiti delle analisi effettuati dal Dipartimento ARPAT di Arezzo, in seguito all'intervento in pronta disponibilità effettuato su chiamata della Polizia Provinciale alla Centrale operativa della protezione civile della provincia di Firenze, lo scorso 30 settembre, hanno confermato le ipotesi degli operatori che nel corso del sopralluogo effettuato avevano constatato un forte attacco di ruggine del pioppo causato da patogeni funginei (Melampsora larici-populina Kleb e Melampsora allii-populina Kleb) che interessava sia gli esemplari adulti che i polloni basali.

Oltre alla chiazza gialla in superficie, gli operatori avevano notato anche l'affioramento di materiale scuro proveniente da falde dello stesso colore adagiate sul letto del fiume Arno e verificato, durante l'ispezione estesa al tratto tra Subbiano e Ponte Caliano di Capolona, la presenza di diverse specie di fauna ittica e di pescatori.

Le analisi hanno confermato che si è trattato di un fenomeno naturale non rilevante per l'ecosistema acquatico e che anche i depositi scuri sul fondo erano costituiti da materiale organico (cianoficee e diatomee disperse).

Con ogni probabilità la rimozione meccanica della vegetazione lungo gli argini, effettuata durante l'iniziativa di Legambiente “Puliamo il Mondo” a ridosso dei pioppi, ha accentuato la dispersione delle spore di ruggine nell'acqua accentuando il fenomeno della dispersione delle spore che hanno causato la colorazione anomala.

— archiviato sotto: , , , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali