Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2014 Controlli straordinari ARPAT effettuati presso lo stabilimento balneare Tartana di Punta Ala, Comune di Castiglione della Pescaia

Dove Siamo

 

Controlli straordinari ARPAT effettuati presso lo stabilimento balneare Tartana di Punta Ala, Comune di Castiglione della Pescaia

04/08/2014 16:10

I risultati della analisi hanno evidenziato che i parametri microbiologici ricercati risultavano abbondantemente entro i limiti indicati dalla legge.

A seguito del ricevimento di una richiesta di controllo della spiaggia e delle acque marine in Loc. Punta Ala, nel Comune di Comune di Castiglione della Pescaia, inviata sabato 26 luglio dal locale Ufficio Marittimo della Capitaneria di Porto, nella mattinata del 28/07/2014 personale del Dipartimento ARPAT di Grosseto ha effettuato un sopralluogo presso lo stabilimento balneare Tartana, al fine della verifica della presenza eventuali di problematiche ambientali, con contestuale prelievo di campioni per il controllo della qualità delle acque di balneazione.

Il suddetto Ufficio Locale Marittimo, nella stessa giornata di sabato, aveva infatti ricevuto una segnalazione di una bagnante che riferiva che i suoi bambini avevano dovuto ricorrere a cure mediche dopo aver fatto il bagno, nonché della presenza di cattivi odori provenienti dall’acqua o comunque dalla battigia.

Durante il sopralluogo i tecnici ARPAT non hanno rilevato alcuna anomalia e non sono stati avvertiti cattivi odori. Un primo prelievo di un campione di acqua di mare è stato effettuato in corrispondenza del punto centrale dello stabilimento Tartana. E’ stata altresì ispezionata la restante spiaggia fino allo stabilimento La Vela, con prelievo di un ulteriore campione di acqua marina in corrispondenza nel punto di monitoraggio ufficiale delle acque di balneazione denominato “Punta Ala Nord”.

I campioni sono stati in seguito analizzati per la ricerca dei parametri microbiologici relativi alle acque di balneazione (Escherichia coli ed Enterococco intestinale), così come previsto dal D.Lgs.116/08. I risultati della analisi hanno evidenziato che i parametri microbiologici ricercati risultavano abbondantemente entro i limiti indicati dalla legge.

— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali