Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2013 UE: consultazione pubblica per ridurre i rifiuti marini

Dove Siamo

 

UE: consultazione pubblica per ridurre i rifiuti marini

31/10/2013 15:00

Consultazione pubblica dell'UE per ridurre i rifiuti presenti in mare

La Commissione Europea ha lanciato un”asking for opinion” per capire come sia meglio gestire il problema dei rifiuti sempre più presenti nei nostri mari.

La consultazione pubblica sui rifiuti marini, che resterà aperta fino al 18 dicembre, cerca suggerimenti da parte dei cittadini e da soggetti portatori di interessi per affrontare un grave problema, quello dei rifiuti sempre più presenti nei nostri mari.

I mari e gli oceani stanno infatti trasformando nella discarica del pianeta. I rifiuti in plastica costituiscono l’80% di questa enorme chiazza che galleggia nell’oceano Pacifico ed Atlantico.
Circa 10 milioni di tonnellate di rifiuti finiscono, ogni anno, nei nostri mari. Il termine rifiuti marini copre una vasta gamma di materiali che sono stati abbandonati deliberatamente in mare o che accidentalmente sono stati persi sulla riva o in mare, si tratta di materiali che finiscono nei nostri mari anche attraverso i fiumi, i canali di drenaggio o le reti fognarie, per lo più si tratta di plastica, vetro e metallo.
Per questo motivo, la Commissione Europea sta esplorando le opzioni per impostare un obiettivo europeo volto alla riduzione dei rifiuti marini, come previsto nel 7 mo programma di protezione ambientale.
Il questionario contiene una serie di azioni che potrebbe essere intraprese dai consumatori, dai rivenditori, dall’industria della plastica, dall’industria nautica e dal settore della pesca, dalle associazioni non governative, dalle autorità pubbliche nazionali e locali e dai decisori politici a livello europeo per limitare la presenza e l’impatto dei rifiuti marini. Queste azioni comprendono attività specifiche come non usare borse in plastica monouso, bottiglie di plastica, ma anche azioni di sensibilizzazione, di risanamento e la determinazione di obiettivi di riduzione a livello nazionale e locale.
Sulla base dei risultati della consultazione in corso e in concomitanza con la revisione degli obiettivi della direttiva quadro sui rifiuti di imballaggio e la direttiva sulle discariche, la Commissione proporrà di sviluppare un obiettivo di riduzione dei rifiuti marini da contenere in un documento più ampio in materia di rifiuti da adottare nel corso del 2014.

Link alla consultazione

— archiviato sotto: , , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali