Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2013 Attività svolte per il controllo degli impianti a biomasse a San Marco (Lucca)

Dove Siamo

 

Attività svolte per il controllo degli impianti a biomasse a San Marco (Lucca)

02/05/2013 14:00

ARPAT svolge da oltre un anno e mezzo attività di controllo sugli impianti a biomasse delle Ditte “La Dispensa Gourmet srl” e “Romea Import-Export srl” (ex “I Guinigi srl”)

Le attività di controllo che ARPAT svolge da oltre un anno e mezzo sugli impianti a biomasse ubicati in località San Marco a Lucca testimoniano il lavoro continuo svolto dall'Agenzia per garantire il rispetto dei limiti di legge e la correttezza dei controlli eseguiti dalle ditte.

Ricordiamo qui alcuni tra i fatti salienti avvenuti e gli esiti dei controlli eseguiti. 

Nell'estate 2012, a seguito di numerosi esposti di privati cittadini per odori molesti provenienti dagli impianti, ARPAT, su richiesta anche dell'amministrazione comunale, ha effettuato numerosi sopralluoghi.

Tra settembre e ottobre del 2012 l'Agenzia è impegnata con l'indagine sull'inquinamento acustico in periodo notturno: le misure oggettivano il disturbo lamentato presso alcuni residenti per la evidente presenza di un rumore a bassa frequenza. Un supplemento di indagine con misure del livello di rumore residuo permette di evidenziare il mancato rispetto dei limiti di legge. A seguito dell'indagine, il Comune di Lucca ordina alle due aziende di realizzare adeguate opere di insonorizzazione per limitare la rumorosità,  in modo da garantire il costante rispetto del valore limite differenziale di immissione di 3 dB(A) vigente nel periodo di riferimento notturno. impianto-san-marco.gifNell'immagine si può osservare lo stato di uno degli impianti (La Dispensa Gourmet srl) prima e dopo gli interventi di insonorizzazione che consistono nella modifica delle flange dell’impianto di abbattimento delle emissioni in atmosfera e nella realizzazione di una pannellatura semiperimetrale della parte di impianto di abbattimento con pannelli di materiale fonoassorbente. Nell'immagine si può anche osservare la predisposizione di accessi e postazioni in sicurezza per i campionamenti alle emissioni.

Tra marzo e aprile 2013 le due ditte effettuano, in presenza di ARPAT, i campionamenti alle emissioni previsti durante il periodo di marcia controllata. Dai risultati emerge in entrambi i casi un superamento del valore limite per il parametro ammoniaca (derivante dall'utilizzo di urea da parte della ditta nel sistema di abbattimento degli inquinanti); in riferimento al parametro polveri si riscontrano valori con elevata variabilità dei dati, cosa che impedisce una corretta valutazione del dato. In entrambi i casi ARPAT ha comunicato alla Provincia di Lucca l'opportunità di ripetere presso i due impianti la marcia controllata. Si fa presente che solo attraverso un’attenta gestione degli impianti, sia di combustione che di abbattimento degli inquinanti, si potranno realizzare le condizioni per superare i test previsti dalla legge, che finora hanno dato esiti negativi o comunque incerti. E’ presumibile che nelle prossime settimane nuove “marce controllate” siano eseguite e che gli esiti possano essere diversi e più favorevoli alle aziende. ARPAT in ogni caso si riserva di eseguire successivi propri controlli d’intesa con Comune e Provincia di Lucca.

Per quanto attiene al rumore degli impianti, si procederà ai necessari controlli non appena vi saranno le adeguate condizioni operative. Va osservato comunque che sono state realizzate le barriere citate dalle aziende. Si rimane in attesa di ricevere i controlli attestanti l’efficacia degli interventi di mitigazione del rumore eseguiti dalle aziende.

— archiviato sotto: , , , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali