Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2012 Le scuole aretine con il WWF per la raccolta delle pile usate

Dove Siamo

 

Le scuole aretine con il WWF per la raccolta delle pile usate

28/03/2012 07:00

Progetto rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado per stimolare la raccolta differenziata di pile usate, spesso abbandonate in luoghi impropri o smaltite in modo non corretto

Ridurre drasticamente l'uso delle batterie a perdere, scegliere quelle ricaricabili e smaltirle correttamente alla fine del loro ciclo di vita sono i tre consigli ecologici sui quali si basa il progetto "Impariamo in aula come comportarci con le pile e gli accumulatori portatili" realizzato da ERP (European Recycling Platform) con WWF Ricerche e Progetti e WWF Italia e il supporto di Sony e Varta.

Il progetto è rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado. Educatori  dedicati collaboreranno nelle aule fornendo pubblicazioni, organizzando laboratori e incontri allargati alle famiglie.

L'obiettivo è quello di favorire un uso più razionale degli accumulatori di energia portatile che, proprio per le loro caratteristiche di portabilità e minimo ingombro, sono spesso abbandonati in luoghi impropri o smaltiti in modo non corretto.

A conclusione della fase teorica, nel mese di maggio tutti gli alunni delle scuole prescelte saranno impegnati in un "Mese di raccolta straordinaria" delle pile usate. La pubblica pesatura del raccolto deciderà se a vincere saranno gli alunni di Arezzo o quelli di Mantova, Bergamo, Ravenna,  Macerata, Latina.

Saranno coinvolte 18 scuole - circa 7.500 gli studenti e 1.000 i docenti -  di sei città, ma solo una sarà la vincitrice che riceverà in premio dalla ERP una visita guidata per due classi in un'oasi del WWF. 

 

Azioni sul documento
Strumenti personali