Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2012 Intervento di mitigazione sull'elettrodotto a Barbaricina (Pisa)

Dove Siamo

 

Intervento di mitigazione sull'elettrodotto a Barbaricina (Pisa)

06/08/2012 16:00

Accordo siglato fra Comune di Pisa e Terna, con il contributo di ARPAT

Martedì 31 luglio Comune di Pisa e Terna Rete Italia S.p.A. hanno siglato un accordo per l'attuazione di un progetto di mitigazione dell'elettrodotto che attraversa il quartiere di Barbaricina nel Comune di Pisa.
 
Il quartiere di Barbaricina nel Comune di Pisa è attraversato dalle prime 12 campate della linea a 132 kV n. 024 “Pisa Porta a mare - Pisa Porta a Lucca”, di proprietà Terna Rete Italia S.p.A. Numerose abitazioni e due edifici scolastici si trovano molto vicino all’elettrodotto. A partire dal 1997 il Comune di Pisa, ARPAT e ASL hanno seguito con attenzione la problematica dell’esposizione della popolazione all’induzione magnetica generata da tale linea elettrica, con particolare riguardo per i due edifici scolastici interessati.
 
immagine barbaricinaI numerosi controlli effettuati da ARPAT nelle abitazioni hanno evidenziato valori di induzione magnetica non trascurabili (massima mediana giornaliera circa 3 microTesla (valore di attenzione per gli elettrodotti di nuova costruzione); massima media su lungo periodo circa 2 microTesla) sebbene inferiori al limite di legge per gli elettrodotti esistenti (valore di attenzione pari a 10 µT), pertanto ai sensi della normativa vigente non vi è alcun obbligo di legge per il gestore di intervenire sulla linea.

Nel corso degli anni la ASL n. 5 di Pisa si è espressa più volte in merito ai livelli di esposizione a lungo termine presenti nelle abitazioni chiedendone la riduzione.
 
Il Comune di Pisa, con il supporto tecnico di ARPAT (nell'ambito delle attività INO - Istituzionali Non Obbligatorie), in applicazione del principio di precauzione si è fatto promotore della ricerca di una soluzione al problema. Grazie alla disponibilità del gestore, nel 2011 è partito un percorso per intervenire sulla linea nel tentativo di attenuare i livelli di induzione magnetica generati. (vedi comunicato sull'assemblea svolta nel quartiere con la partecipazione di ARPAT)
 
Su richiesta del Comune, ARPAT ha formulato una proposta tecnica di intervento di mitigazione sperimentale da effettuarsi sulla linea elettrica, che riducesse significativamente i livelli di esposizione dei recettori presenti lungo il tracciato. Tale proposta consiste nella modifica della configurazione e della geometria dei conduttori nello spazio (ottimizzazione delle fasi e compattazione dei conduttori), senza intervenire né sulla modifica del tracciato, né sulla struttura dei sostegni esistenti. Tale nuova configurazione ridurrà significativamente i livelli di induzione magnetica generati.
 
A partire dalla proposta tecnica di ARPAT, Terna Rete Italia S.p.A., su specifica richiesta del Comune, ha prodotto un progetto esecutivo, con il relativo preventivo di spesa. Il costo dell’intervento sarà sostenuto dal Comune di Pisa, che nel mentre ha reperito ed accantonato le risorse necessarie. L’accordo siglato tra Terna Rete Italia S.p.A. e l’Amministrazione Comunale prevede anche la rinuncia delle parti a tutti i contenziosi legali attualmente in atto.

L’intervento di mitigazione in progetto sulla linea n. 024 si configura come la massima modifica, non strutturale, tecnicamente apportabile all’elettrodotto, tale da ridurre i livelli di induzione magnetica generati, a parità di corrente circolante. Tale progetto, mai stato realizzato in precedenza da Terna Rete Italia S.p.A. su una linea a 132 kV esistente, è molto particolare e di tipo sperimentale.

ARPAT ha già stimato, mediante valutazioni modellistiche, la riduzione attesa dei livelli in seguito all’intervento di mitigazione: per il tratto in doppia terna con l’ottimizzazione delle fasi ci si attende una riduzione dei livelli del 60%; per il tratto in terna singola con l’inserimento dei compattatori ci si attende una riduzione dei livelli presso i recettori compresa tra il 15% ed il 45%, a seconda della loro posizione rispetto all’elettrodotto e della loro distanza sia dai conduttori che dai compattatori. I recettori più vicini ai compattatori installati risentiranno di una maggiore riduzione dei livelli, mentre quelli che si trovano in prossimità dei sostegni della linea avranno, a parità di distanza dalla sorgente, una riduzione minore.

Comune di Pisa e ARPAT hanno concordato che saranno effettuati alcuni monitoraggi presso i recettori, prima e dopo l’intervento, in modo da avere un riscontro oggettivo circa la diminuzione dei livelli di induzione magnetica, a parità di corrente circolante sulla linea.
 
L’intervento di mitigazione che sarà realizzato sulla linea n. 024 si configura come una concreta implementazione del principio di precauzione e si caratterizza per avere un ottimo rapporto tra costi e benefici e per essere realizzabile in tempi brevi e con un percorso autorizzativo molto snello.
I lavori sulla linea verranno eseguiti da Terna Rete Italia S.p.A. in due fasi: dal 4 all’8 agosto e dal 27 al 31 ottobre.
 
In un Assemblea pubblica svoltasi lunedì 30 luglio, l'intervento di mitigazione è stato illustrato al Consiglio Territoriale ad alla cittadinanza, ed è stato molto apprezato dai consiglieri e dai cittadini presenti.

 

Azioni sul documento
Strumenti personali