Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2012 Cianobatteri in acque destinate a consumo umano

Dove Siamo

 

Cianobatteri in acque destinate a consumo umano

26/02/2012 07:00

Due volumi dell’Istituto superiore di sanità

Due rapporti curati dal Gruppo nazionale per la gestione del rischio cianobatteri in acque destinate a consumo umano: “Cianobatteri in acque destinate a consumo umano - Stato delle conoscenze per la valutazione del rischio” e “Cianobatteri in acque destinate a consumo umano - Linee guida per la gestione del rischio”.
 
I cianobatteri sono un tipo di alghe microscopiche che vive nelle acque dolci; normalmente sono scarsamente visibili ma in periodi di clima caldo possono crescere rapidamente sino a formare masse galleggianti che hanno l’aspetto di una schiuma verdastra.
 
Il primo volume presenta il quadro delle conoscenze sulla valutazione del rischio da cianobatteri e loro tossine in acque destinate a consumo umano; fornisce gli strumenti necessari per la definizione della probabilità di accadimento e la stima del potenziale impatto di fenomeni di contaminazioni di cianobatteri in invasi destinati alla produzione di acqua potabile.
Nel rapporto si indicano anche gli elementi fondamentali per la strutturazione dei piani di monitoraggio e le misure di prevenzione e mitigazione del rischio nell’intera filiera idro-potabile. Trattazione specifica è rivolta all’assetto normativo sulla problematica con la definizione dei valori di riferimento nazionali per le cianotossine nelle acque destinate a consumo umano ai sensi del DL.vo 31/2001 e s.m.i.

Il secondo volume rappresenta una trasposizione sintetica e pratica dello stato delle conoscenze dal settore della ricerca e dello sviluppo tecnologico nel campo dei cianobatteri: troviamo istruzioni operative e raccomandazioni gestionali rivolte ai sistemi idrici per migliorare la qualità della risposta alle problematiche dei cianobatteri garantendo l’ottimizzazione degli interventi a protezione della salute e la razionalizzazione dell’utilizzo delle risorse. Le linee guida descrivono la strutturazione e implementazione di un sistema basato sull’approccio Alert Level Framework e sui principi dei Water Safety Plan per la gestione del rischio esteso all’intera filiera idro-potabile, dal controllo dell’invaso ai punti di utenza.

Specifica trattazione trovano le strategie di risposta alle emergenze e le misure di mitigazione del rischio, comprendenti prevenzione e trattamenti di rimozione di cianobatteri e tossine, e dei piani di emergenza.
Il volume riporta infine i principi e gli strumenti per garantire un’adeguata informazione e comunicazione tra le parti interessate e i consumatori e le informazioni, i criteri e le metodologie necessarie all’implementazione di un sistema di sorveglianza epidemiologica.

 

Per approfondire:

— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali