Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2011 Notizia IAEA del 11/11/2011:

Dove Siamo

 

Notizia IAEA del 11/11/2011:

11/11/2011 20:00

Iodio-131 misurato a bassi livelli in aria in Europa

Oggi l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica ha pubblicato la notizia relativa alla presenza di livelli molto bassi di 131I (iodio-131) nel particolato atmosferico in alcuni paesi europei (Repubblica Ceca, Ungheria, Austria).
 
ISPRA, che coordina la Rete Nazionale di Sorveglianza della Radioattività Ambientale (RESORAD) ha allertato immediatamente le Agenzie Regionali e Provinciali che costituiscono la rete con la richiesta di comunicare i risultati delle misure giornaliere nel particolato atmosferico e segnalare tempestivamente eventuali anomalie.
 
ARPAT non ha rilevato la presenza di I-131 nel particolato prelevato nella stazione di Firenze negli ultimi giorni.
 
La provenienza dello iodio non è ancora nota; la IAEA ha escluso che la presenza di iodio radioattivo in aria possa essere dovuta all’impianto nucleare di Daiichi a Fukushima, dove è avvenuto il gravissimo incidente lo scorso marzo. Sono quindi in corso ricerche e scambi di informazioni fra gli stati per accertarne l’origine.
 
L’Agenzia internazionale ha anche affermato che i livelli sono tali da non costituire un rischio per la salute della popolazione.
 
Ricordiamo che lo 131I è un radionuclide con un tempo di dimezzamento di circa 8 giorni.
 
Salvo anomalie nei rilevamenti, un aggiornamento delle informazioni sarà pubblicato su questo sito nei prossimi giorni.
 
Siti di riferimento:
 


 

— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali