Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2011 Arriva la limantria, allarme a piombino e all'elba

Dove Siamo

 

Arriva la limantria, allarme a piombino e all'elba

02/04/2011 07:00

La Primavera porta la farfalla “killer”, piante a rischio, ma c'è già la cura

Arriva la limantria, allarme a piombino e all'elba

Lymantria dispar

 Nell'area del promontorio di Piombino e all'isola d'Elba (Comuni di Rio Marina e Marina di Campo) è attesa per la primavera una massiccia presenza della farfalla Limantria (Lymantria dispar), che allo stadio larvale, ossia quando è ancora sotto forma di bruco, rappresenta una vera e propria minaccia per i boschi e la macchia mediterranea, tanto da essere inserita nell'Elenco, stilato dall'IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), delle 100 specie aliene più dannose del mondo.
 
L'allarme è stato dato dal servizio Meta (Monitoraggio Estensivo dei boschi della ToscanA a fini fìtosanitari) della Regione Toscana che ha provveduto ad attuare le misure necessarie.
 
Le larve di Limantria - hanno spiegato gli esperti del servizio - non avendo potere urticante, non costituiscono un pericolo per persone o animali, tuttavia, trattandosi di una specie che si alimenta su ogni specie di pianta, in caso di considerevole presenza possono provocare, specie in ambienti di tipo mediterraneo, consistenti danni alla vegetazione.
 
La Regione ha, intanto, allertato gli enti territorialmente competenti al fine di programmare gli interventi di contenimento delle larve mediante trattamenti localizzati, da attuarsi nelle zone a maggior frequentazione turistica e nelle aree in cui si potrebbero verificare danni permanenti alla vegetazione forestale.
Per i trattamenti si utilizzeranno prodotti a base di Bacillus thuringensis che agiscono selettivamente sulle larve nei primi stadi di sviluppo. Il prodotto utilizzato, il cui uso è consentito anche sulle coltivazioni biologiche, non ha effetti negativi né sull'entomofauna utile (ad esempio le api) né sulle altre componenti, animali e vegetali, degli ecosistemi forestali.
 
Il prodotto viene ingerito dalle larve insieme alle foglie di cui si nutrono, ed entra in azione in poche ore. La parte non ingerita che rimane nell'ambiente viene degradata dalla luce solare, nell'arco di due/tre giorni dalla sua distribuzione, senza lasciare residui.
Considerato l'elevato valore ambientale delle aree, gli interventi saranno accuratamente programmati e concordati con le strutture competenti e le aree saranno sottoposte ad un particolare monitoraggio, sia per valutare gli effetti dei trattamenti, sia per prevedere eventuali ulteriori necessità.
 

 

Azioni sul documento

Processionaria!!!

Inviato da Utente anonimo il 30/05/2011 16:29

In effetti una passata con un elicottero attrezzato non guasterebbe. Il promontorio di Piombino è quasi del tutto "spelacchiato". Ci sono aree dove vi è stato un attacco di tale portata che sembra ci sia stato un incendio.

Processionaria!!!

Inviato da Utente anonimo il 30/05/2011 16:30

In effetti una passata con un elicottero attrezzato non guasterebbe. Il promontorio di Piombino è quasi del tutto "spelacchiato". Ci sono aree dove vi è stato un attacco di tale portata che sembra ci sia stato un incendio.

Processionaria

Inviato da Utente anonimo il 30/05/2011 17:17

Troppo tardi hanno già finito tutto sono rimasti solo i rami spogli.

limantria

Inviato da Utente anonimo il 31/05/2011 22:19

Il bosco di buca delle fate è letteralmente infestato.... possibile non si possa fare niente????

Risposta della Redazione Web

Inviato da Utente anonimo il 01/06/2011 15:32

Le competenze in materia fitosanitaria svolte da ARPAT sono state trasferite alla Regione Toscana a partire dal 1 marzo 2011. Segnalazioni e richieste di intervento devono essere inoltrate quindi al Serivizio fitosanitario regionale (http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/sezioni/agricoltura/florovivaismo/rubriche/piani_progetti/visualizza_asset.html_1693066333.html) a cui abbiamo comunque già provveduto ad inviare il link ai vostri commenti. La redazione Web

Strumenti personali