Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Comunicati stampa 2019 Il livello di rumore prodotto dal locale è risultato di oltre 10 volte più rumoroso del fondo

Dove Siamo

 

Il livello di rumore prodotto dal locale è risultato di oltre 10 volte più rumoroso del fondo

Precisazioni in merito ad alcuni articoli di stampa in cui la proprietà di un locale multato dichiara: "Abbiamo sforato solo di tre decibel"

18/09/2019

In riferimento all'articolo pubblicato dall'edizione di Viareggio del quotidiano 'Il Tirreno' dal titolo Stop alla musica per il ristorante nel centro storico. Dopo le segnalazioni dei vicini, l'Arpat ha fatto i rilievi. La proprietà: "Abbiamo sforato solo di tre decibel", si precisa quanto segue:

  • a seguito dell'esposto di alcuni cittadini, e su richiesta del Comune, il 19 luglio scorso, operatori ARPAT hanno effettuato una misura fonometrica, fra le ore 22,00 del 19 e le ore 1,00 del 20 luglio, presso una abitazione posta a circa 40 m di distanza dal pubblico esercizio;
  • presso l’abitazione dell’esponente viene valutato il disturbo mediante valutazione del criterio differenziale: si misura il rumore presente quando la sorgente disturbante è accesa (livello di rumore ambientale) e quello presente, in condizioni analoghe, quando la sorgente disturbante è spenta (livello di rumore residuo). 3 dB sono il limite previsto dalla normativa vigente per la differenza di questi due livelli durante il periodo notturno.
  • il limite differenziale notturno pari a 3 dB, corrisponde ad un raddoppio dell’energia sonora che raggiunge il punto di misura: viene quindi consentito un incremento fino al raddoppio della rumorosità residua dell’area.
  • In questo caso i rilievi effettuati hanno determinato un livello differenziale pari a 10,3 dB, quindi lo “sforamento”rispetto al valore di 3 dB previsto dalla legge è stato di oltre 7 dB e il livello prodotto dal locale è risultato di oltre 10 volte più rumoroso del fondo.
  • Si evidenzia che il decibel (dB) - l'unità di misura che viene utilizzata per misurare i livelli di rumore - segue una scala logaritmica, per cui si può dire che un incremento di un valore di 3 decibel corrisponde a un suo raddoppio. Ogni valore in dB corrisponde ad un fattore di moltiplicazione o divisione (rispettivamente in caso di aumento o diminuzione) della grandezza misurata. Nella seguente tabella vengono riassunti brevemente i vari fattori di moltiplicazione o divisione:


  • infine, i gestori del Ristorante-pizzeria “Mr. G&B”, al momento del controllo, non utilizzavano le opere di insonorizzazione, previste nella Valutazione di Impatto Acustico (VIAC) presentata al Comune per avere l'autorizzazione all’emissione di musica, che sono installate allo scopo di contenere le emissioni sonore entro i limiti normativi. Ciò significa che le opere di insonorizzazione adottate non sono efficaci in quanto rimovibili a discrezione del gestore. 

 

— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali