Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2020 035-20

Dove Siamo

 
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
Venerdì 13 marzo 2020

Impianti di gestione e produzione di rifiuti in provincia di Pisa: esito dei controlli


ARPAT nel 2019 ha effettuato 42 sopralluoghi presso 34 aziende

Nel territorio pisano sono in esercizio circa 240 impianti di gestione di rifiuti, sottoposti al rispetto di quanto previsto dal Testo unico ambientale. 24 di questi sono soggetti anche agli adempimenti relativi all’Autorizzazione integrata ambientale.

Nel corso del 2019 il Dipartimento di Pisa ha effettuato 42 sopralluoghi presso 34 aziende di gestione o produzione di rifiuti. Nella tabella è riportato l’elenco dei siti che sono stati sottoposti a controllo nel 2019.

impianti-controllati-tabella.jpgNella mappa più avanti sono indicate le dislocazioni degli impianti/siti controllati.

I controlli hanno evidenziato irregolarità di vario tipo per 20 aziende.

A seconda della gravità della situazione rilevata sono state elevate sanzioni amministrative e/o penali (Comunicazioni di Notizia di Reato CNR).

Nel secondo caso possono presentarsi quindi a sua volta due situazioni:

  • CNR con attivazione procedura di estinzione reato, con redazione di verbale di prescrizioni proposte tecnicamente da ARPAT;
  • CNR senza attivazione procedura di estinzione reato e senza verbale con prescrizioni.

Le irregolarità più comunemente riscontrate, a seguito delle quali si applicano sanzioni amministrative, sono le seguenti:

  • incompleta compilazione formulari (FIR);
  • mancata registrazione dei formulari sul registro di carico-scarico rifiuti nei tempi dovuti.

Per quanto riguarda invece le sanzioni penali in materia di gestione dei rifiuti, le irregolarità sono:

  • deposito incontrollato di rifiuti;
  • inosservanza prescrizioni contenute nell'atto autorizzativo;
  • operazioni recupero rifiuti in mancanza di relativa autorizzazione;
  • inosservanza prescrizioni/condizioni richieste per l'iscrizione al "registro delle imprese che effettuano attività di recupero rifiuti";
  • combustione rifiuti posti in deposito incontrollato.

siti che sono stati sottoposti a controllo nel 2019

Nel caso degli impianti controllati nel territorio pisano sono state applicate 16 sanzioni amministrative ed effettuate 17 CNR. All'interno di queste ultime sono state disposte 6 prescrizioni.

I risultati di tutti i controlli sono stati prontamente segnalati alla Regione Toscana, in qualità di Autorità Competente al rilascio del provvedimento dei vari atti autorizzativi (AUA, AIA) e, nel caso, all’Autorità giudiziaria.

Testo di Andrea Villani, Roberto Gambini, Andrea Calafà


Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




Azioni sul documento
Strumenti personali