Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2015 059-15

Dove Siamo

 
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
n. 059 - Venerdì 20 marzo 2015

21 marzo giornata nazionale del polline


Il 21 marzo, primo giorno di primavera, l’Associazione Italiana di Aerobiologia (AIA) promuove la IX Giornata Nazionale del Polline con lo scopo di divulgare notizie e favorire iniziative in ambito aerobiologico; in particolare tende a far conoscere l’importante ruolo del monitoraggio aerobiologico nella gestione delle allergie stagionali (pollinosi ed allergie da spore fungine).

ARPAT coglie l'occasione della giornata nazionale del polline per far conoscere la sua rete di monitoraggio aerobiologico che è attualmente formata da 4 stazioni dislocate a Firenze (tetto del Dipartimento ARPAT), a Pistoia (terrazza dell’Istituto Geometri, non lontano dal Dipartimento ARPAT), a Lido di Camaiore (terrazza dell’ospedale Versilia AUSL 12), a Grosseto (tetto del Dipartimento ARPAT). Stazioni di campionamentoQuesta dislocazione garantisce una buona copertura del territorio regionale: dall'area metropolitana fra Firenze e Pistoia, alla costa ed alla parte meridionale della Toscana. Tramite la Rete di Monitoraggio Aerobiologico viene controllata giornalmente la presenza dei pollini e della spora fungina Alternaria e viene elaborato e pubblicato sul sito, ogni settimana, il Bollettino dei pollini e di Alternaria di interesse allergologico.

I riferimenti sul Web sono:

  • http://www.arpat.toscana.it/datiemappe/bollettini/bollettino-settimanale-dei-pollini/bollettino-dei-pollini per quanto riguarda ARPAT e http://www.pollnet.it/default_it.asp per la Rete Italiana di Monitoraggio Aerobiologico del Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente ( POLLnet). Sul sito di POLLnet, per ogni stazione di monitoraggio, oltre ai dati della settimana e ad un commento, si trovano le previsioni aerobiologiche e quelle meteo fornite dal Consorzio LaMMA
  • Per la stazione di Firenze, da fine gennaio a metà novembre, viene elaborato e pubblicato un bollettino con le previsioni meteo ed aerobiologiche, con il commento dell'allergologo, in collaborazione con il Centro interdipartimentale di bioclimatologia (CIBIC) dell’Università di Firenze. Questo bollettino viene diffuso sul sito dell’Agenzia e su quello di CIBIC entro il mercoledì pomeriggio ed inviato alle farmacie del comune di Firenze.
  • Dal 2015 già dal mercoledì è possibile consultare i dati della domenica, del sabato e del venerdì precedenti di tutte le stazioni di monitoraggio sul sito della Rete POLLnet.

Bollettino sul sito di POLLnet**

Le indagini aerobiologiche protratte nel corso degli anni permettono la costruzione di calendari che sono un utilissimo sistema per monitorare eventuali variazioni nella aerodispersione delle particelle, dipendente non solo dalla stagione o dal tipo di polline, ma anche dalle mutate condizione metereologiche, climatiche e/o botaniche di una determinata area. Oltre che sui pollini, questi calendari danno importanti informazioni anche sulla specie fungina Alternaria, Spore fungine di Alternariale cui spore causano manifestazioni allergiche nell’uomo e malattie nelle piante. Queste spore si sviluppano, in particolare, da maggio ad ottobre sui suoli ricchi di materiale organico, sulla frutta e sulla verdura in decomposizione, quando la temperatura dell´aria è elevata ed il tasso di umidità ambientale è superiore al 65%.

I calendari rappresentano uno strumento importante per i pazienti e per il medico, in particolare per lo specialista Allergologo perché forniscono informazioni utili per la:

Diagnosi
Attraverso la creazione di appropriati pannelli diagnostici (orientando la scelta di estratti allergenici di pollini e spore fungine presenti nel territorio) o mediante la correlazione con l’anamnesi del paziente e con le risposte dei test diagnostici in vivo e in vitro. Infatti, conoscendo i periodi di fioritura e le eventuali variazioni annuali, si possono ben correlare la sintomatologia che il paziente riferisce con i risultati delle prove allergiche, giungendo così a formulare diagnosi appropriate di pollinosi

Clinica
La conoscenza delle variazioni stagionali della presenza di pollini in atmosfera rende possibile la previsione con buona approssimazione dei periodi di riacutizzazione stagionale delle pollinosi ed il confronto dei risultati di Centri diversi è utile per consigliare o meno di spostarsi in località diverse da quelle di residenza.

Terapia
Come guida ad un corretto trattamento farmacologico e iposensibilizzante specifico

Ricerca
Perché trovano applicazione negli studi epidemiologici, di terapia farmacologica e immunologica delle pollinosi.

I calendari di tutte e quattro le stazioni di ARPAT, elaborati con i dati 2014, sono disponibili alla pagina http://www.arpat.toscana.it/temi-ambientali/aria/pollini-e-spore-fungine.


Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali