Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2012 216-12 216-12 - Effetti dell'inquinamento atmosferico urbano sulla salute in Francia

Dove Siamo

 
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
n. 216 - Mercoledì 07 novembre 2012

Effetti dell'inquinamento atmosferico urbano sulla salute in Francia


Il rapporto su nove città francesi che hanno partecipato allo studio Aphekom

Nove città francesi hanno partecipato al progetto europeo Aphekom che ha valutato l'impatto sulla salute dell'inquinamento atmosferico urbano in 25 città europee. L'Istituto di sorveglianza sanitaria (IVS) ha pubblicato una relazione per le nove città francesi. I risultati mostrano che i livelli di inquinamento attualmente osservati in queste città hanno un impatto significativo sulla salute delle persone. Essi confermano che gli sforzi per l'attuazione di politiche pubbliche per migliorare la qualità dell'aria deve essere continuato.

Le città francesi che partecipano al progetto Aphekom sono: Bordeaux, Le Havre, Lille, Lione, Marsiglia, Parigi, Rouen, Strasburgo e Tolosa. Distribuite in tutta la Francia, queste città rappresentano 12 milioni di persone, tra cui 6,5 milioni nella zona di Parigi.

La qualità dell'aria è stata definita sulla base dei livelli medi di particolato (PM2, 5 e PM10) e di ozono misurati nel periodo 2004-2006.

In tutte le città sono stati rilevati valori di particolato e di ozono al di sopra dei valori guida raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Così, durante il periodo 2004-2006, il livello medio delle particelle sottili (PM2, 5) è variato nelle varie città fra 14 e20 µg/m3 (valore guida OMS di 10 µg/m3) mentre il valore guida per l’ozono (100 µg/m3) è stato superato fra 81 e 307 volte durante quei tre anni.

Secondo il rapporto, il potenziale per la salute ed i benefici economici associati a un miglioramento della qualità dell'aria sarebbero sostanziali:

  • La speranza di vita all'età di 30 anni aumenterebbe fra 3,6 e 7,5 mesi a seconda della città, se le concentrazioni medie annue di PM2, 5 rispettassero il valore guida OMS (10 µg/m3). Il vantaggio economico associato è stimato in circa € 5 miliardi di euro all'anno;
  • potrebbero essere evitati circa 360 ricoveri ospedalieri per motivi cardiaci e oltre 630 ricoveri per motivi respiratori all'anno nelle nove città, se le concentrazioni medie annue di PM10 rispettassero il valore guida OMS (20 µg/m3). Il vantaggio economico associato è stimato in circa € 4 milioni di euro all'anno;
  • potrebbero essere evitati 60 decessi per anno nelle nove città, se il valore guida OMS per il massimo giornaliero di ozono (100 µg/m3) fosse osservato. Il vantaggio economico associato è stimato in circa € 6 milioni di euro all'anno.

Per chi vuole approfondire:

Il rapporto è anche scaricabile al seguente link http://www.aphekom.org/web/aphekom.org/publications


Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




— archiviato sotto: , , , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali