Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2019 Progetto Life SEPOSSO incontra i ragazzi al Parco della Comasca, Marina di Massa

Dove Siamo

 

Progetto Life SEPOSSO incontra i ragazzi al Parco della Comasca, Marina di Massa

RSS
04/10/2019 09:00

Attività di disseminazione e divulgazione del progetto Life SEPOSSO dedicato ai trapianti di Posidonia oceanica di cui ARPAT è partner

Nell’ambito degli eventi programmati per le attività di disseminazione e divulgazione del progetto Life SEPOSSO, il Settore Mare di ARPAT ha incontrato a Marina di Massa i giovani ospiti del Parco della Comasca per una giornata divulgativa sulla tutela del mare.

In particolare, l’incontro è stata un’occasione per i ragazzi, di età compresa tra 5 e 14 anni, di conoscere alcuni aspetti dell’ambiente marino toscano e, tenendo conto delle diverse esigenze dei ragazzi, l’evento è stato organizzato con contenuti diversificati per due fasce d’età.

Ai ragazzi più grandi sono stati proposti il video di lancio del progetto Life SEPOSSO e quello didattico Alla scoperta delle praterie di Posidonia oceanica, tratto dall’omonimo fumetto in cui Posi e Donia diventano protagonisti e raccontano cosa sono le praterie di Posidonia oceanica, perché sono importanti per noi e per l’ambiente marino e perché vanno preservate e tutelate.

scatola progetto SepossoPer conoscere alcuni aspetti dell’ambiente marino toscano sono stati invece proiettati i video  sull’attività di ARPAT sul monitoraggio dei rifiuti marini ed alcune riprese video realizzate dagli operatori subacquei di ARPAT durante il monitoraggio del coralligeno e della prateria di Posidonia nel mare toscano. I video hanno avuto lo scopo di introdurre alcuni argomenti oggetto di laboratori didattici sui rifiuti marini, le praterie di Posidonia oceanica, il benthos (organismi animali che vivono nel substrato sabbioso), il coralligeno e gli organismi animali che vi abitano.

I ragazzi, suddivisi in piccoli gruppi, si sono alternati tra i vari laboratori dove hanno avuto la possibilità di guardare al microscopio, osservare e manipolare diversi reperti animali e vegetali e rifiuti portati dal mare.

disegni progetto SepossoIn particolare, parlando dell’importanza della pianta marina Posidonia oceanica e delle grandi praterie a cui da origine, si è fatto riferimento anche al progetto SEPOSSO (Supporting Environmental governance for the Posidonia oceanica sustainable transplanting operations), di cui ARPAT è partner, che si occupa della problematica dei trapianti di posidonia in seguito a un danno provocato alla prateria da opere antropiche in mare come nel caso del trapianto di Posidonia oceanica realizzato a Piombino, nel Golfo di Follonica, nel 2014 come misura di compensazione dell’impatto derivante dal dragaggio del canale di accesso al porto di Piombino, nell’ambito del relativo decreto di Valutazione di Impatto Ambientale.

Agli ospiti più piccoli sono stati distribuiti i gadget didattici, appositamente prodotti per l’evento, al fine di poter far "immergere” ciascun bambino nel mondo marino e della prateria di Posidonia oceanica. Le attività didattiche sono proseguite con l’utilizzo di due Mystery Box, con le quali i bambini hanno potuto scoprire sia le meraviglie che possono nascondersi sotto la superficie del mare, sia ciò che non dovrebbe esserci, come i rifiuti. Ad evento concluso, i giovani biologi marini si sono salutati con il “Saluto del Mare”.

— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali