Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2019 Produzione di rifiuti nei comuni della provincia di Firenze

Dove Siamo

 

Produzione di rifiuti nei comuni della provincia di Firenze

RSS
18/11/2019 07:30

Quanti rifiuti urbani sono stati prodotti in ciascun comune fiorentino e quanti di questi sono stati differenziati?

I dati di ARRR sulla produzione di rifiuti urbani e sulla raccolta differenziata nei singoli comuni fiorentini evidenziano che la produzione pro capite di rifiuti urbani va da un minimo di 387 kg abitante, a Lastra a Signa, sino ad un massimo di 1180, a Calenzano. Per quanto riguarda, invece, la raccolta differenziata la percentuale oscilla dal 27,96%, a Firenzuola, all'89,65%, raggiunta da Londa.

Sono 25 i comuni che raggiungono e superano il 65% di raccolta differenziata in questa area geografica.

Molto positivi i dati sia di raccolta differenziata che di produzione di rifiuti registrati nei comuni della valle della Sieve: Rufina, San Godenzo, Dicomano, Londa ma anche quelli di Pontassieve, Pelago e Reggello; si confermano, al contempo, i buoni risultati dei comuni dell'Empolese

Comuni della provincia di Firenze con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti

Firenze dati RU e RD comuni fino 5000 ab

4 comuni superano l'80% di raccolta differenziata, si tratta di San Godenzo, Londa, Montaione e Gambassi Terme. Londa e Gambassi Terme hanno anche una bassa produzione di rifiuti urbani totali, rispettivamente 410 e 404 kg abitante.

Comuni della provincia di Firenze con popolazione superiore ai 5.000 ed inferiore ai 14.999 abitanti

Firenze dati RU e RD comuni fino 14.999 ab

Da evidenziare, in particolare, le performances raggiunte da

  • Dicomano, 396 kg abitante di rifiuti urbani e l’84,85% di raccolta differenziata
  • Capraia e Limite, 394 kg procapite e una raccolta differenziata che raggiunge l’86,72%.

Molto buoni anche i valori registrati a Montespertoli, Montelupo Fiorentino, Cerreto Guidi e Rufina, tutti comuni con un pro capite poco superiore ai 400 kg e una raccolta differenziata ampiamente superiore all’80%.

Comuni della provincia di Firenze con popolazione superiore ai 15.000 ed inferiore ai 29.999 abitanti

Firenze dati RU e RD comuni fino 29.999 ab

8 comuni su 12 raggiungono e superano il 65% di raccolta differenziata, Calenzano si avvicina molto a questo obiettivo con un 62% circa.

Diversi i comuni con dati interessanti: Lastra a Signa fa registrare una produzione pro capite pari a 387 kg abitante e una raccolta differenziata che raggiunge l’83%. Si confermano i buoni risultati di

  • Certaldo, con 412 kg pro capite di rifiuti urbani e 87,36% di raccolta differenziata
  • Fucecchio con il 433 kg per abitante e 86,33% di raccolta differenziata
  • Castelfiorentino, con 457 di rifiuti pro capite prodotti e l’84,14% di raccolta differenziata.

Comuni della provincia di Firenze con popolazione superiore ai 30.000 ed inferiore ai 49.999 abitanti

Firenze dati RU e RD comuni fino 49.999 ab

In questo range si trovano i comuni di Sesto Fiorentino, Empoli e Campi Bisenzio.

Sesto Fiorentino e Empoli raggiungono e superano l'obiettivo del 65% di raccolta differenziata, in particolare Empoli fa registrare una produzione di rifiuti urbani pari a 501 kg abitante e l’84,25% di raccolta differenziata.

Comuni della provincia di Firenze con popolazione superiore ai 50.000 abitanti

Si tratta dei comuni di Scandicci e Firenze, entrambe sotto il 65% di raccolta differenziata, hanno una produzione di rifiuti urbani rispettivamente di 550 e 648 kg per abitante.

Visualizza di dati di ARRR

Azioni sul documento

Manca la tabella dei dati di Firenze e Scandicci

Inviato da Utente anonimo il 18/11/2019 11:47

Potete aggiungere l'ultima tabella?

Dai dati pubblicati appare evidente la correlazione differenziata spinta -> minore produzione di rifiuti complessiva. Fare una buona differenziata porta ad evitare l'uso di cose usa e getta, riutilizzare maggiormente ed essere maggiormente consapevoli sui rifiuti prodotti. In attesa di avere la raccolta porta a porta dappertutto...

Manca la tabella dei dati di Firenze e Scandicci

Inviato da Utente anonimo il 18/11/2019 14:33

Tutti i dati di ogni singolo comune, siano essi riferiti alla produzione di rifiuti urbani nel loro complesso o suddivisi tra quantità indifferenziata e differenziata, possono essere visualizzati cliccando sul link posto al termine dell'articolo (in calce).

la redazione

Manca la tabella dei dati di Firenze e Scandicci

Inviato da Utente anonimo il 18/11/2019 14:47

Non sempre la raccolta differenziata "spinta" porta ad una riduzione complessiva dei rifiuti prodotti, come dimostra, per la zona di Firenze, la situazione registrata a Tavarnelle Val di Pesa o Calenzano che hanno alte percentuali di raccolta differenziata ma anche alta produzione di rifiuti. Sicuramente però fare la raccolta differenziata rende maggiormente consapevoli di quanti rifiuti produciamo, buttare via tutto in maniera indifferenziata ci rende meno attenti. S.Calleri

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Inviato da Utente anonimo il 19/11/2019 15:17

La raccolta differenziata spinta, oggi è un dovere sociale e ambientale,oltre a responsabilizzare i cittadini, reca indubbi vantaggi x la salute meno discariche e quanto necessari, impianti di termovalorizzazione meno impattanti proprio la grandezza è alla base delle ostilità del previsto inceneritore. Non si vede poi perché i dati di Firenze e scandicci nn debbono essere pubblicati. Comunque in questi due comuni nn si raggiunge il 65% di differenziata e pertanto paghiamo le penali in bolletta, che rappresentano l'incapacità della pubblica amministrazione di far fronte alle esigenze dei cittadini

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Inviato da Utente anonimo il 19/11/2019 17:24

Tutti i dati di ogni singolo comune, compresi i comuni di Firenze e Scandicci sono pubblicati, e comprendono la produzione di rifiuti urbani nel loro complesso e la suddivisione tra la quantità indifferenziata e differenziata, tutti questi dati possono essere visualizzati cliccando sul link posto al termine dell'articolo che riporta alla tabella predisposta da ARRR. Non è stata inserita la tabella con i dati di Firenze e Scandicci ma sono stati riportati i dati principali che riguardano il procapite di rifiuti prodotti da ciascun cittadino e la percentuale di raccolta differenziata raggiunta nel comune. La redazione

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Inviato da Utente anonimo il 19/11/2019 17:33

Oltre alla raccolta differenziata dovremmo puntare a prevenire la produzione di rifiuti urbani, questo lo possiamo fare con i nostri comportamenti e le nostre scelte, non c'è bisogno di attendere misure da parte della pubblica amministrazione. I rifiuti una volta raccolti in maniera differenziata, se va bene, prendono la strada del riciclo, vengono immessi in nuovi processi produttivi che hanno comunque impatti sull'ambiente. La vera rivoluzione è creare un modello economico che produce la minore quantità possibile di rifiuti, ad esempio stiamo acquisendo l'abitudine di usare le borracce invece delle bottigliette di plastica usa e getta, questa forse sarà considerata da alcuni poca "cosa" ma rappresenta invece un importante passo verso una riduzione concreta dei rifiuti inutili che per troppo tempo abbiamo spensieratamente e allegramente prodotto.

Strumenti personali