Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2019 CleanAir@School: studenti a caccia di biossido di azoto

Dove Siamo

 

CleanAir@School: studenti a caccia di biossido di azoto

RSS
22/11/2019 07:30

Alla scuola media Carducci di Firenze 8 le classi coinvolte (per un totale di circa 200 ragazze e ragazzi) nel progetto di citizen science e di educazione ambientale

È partito anche a Firenze il progetto CleanAir@school, promosso dall'Agenzia europea per l'ambiente ed in Italia realizzato dal Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente. Si tratta di un progetto di citizen science e di educazione ambientale, che prevede quindi la partecipazione attiva delle ragazze e dei ragazzi di un centinaio di scuole di 15 regioni nel monitoraggio di uno degli inquinanti più critici, il biossido di azoto.

brainstorming.jpgIn Toscana ARPAT partecipa all'iniziativa con l'adesione del Comune di Firenze e del Laboratorio Didattico Ambientale del Parco mediceo di Pratolino (LDA) della Città metropolitana di Firenze.

La scuola coinvolta a Firenze è la secondaria di primo grado Carducci, che si trova proprio davanti alla centralina di traffico per il monitoraggio della qualità dell'aria di Viale Gramsci. Si tratta della centralina che ha, per questo inquinante, i peggiori dati di tutta la Toscana, l'unica che nel 2018 ha superato i limiti di legge.

Le classi coinvolte sono otto, 6 seconde e 2 prime, per un totale di circa 200 ragazze e ragazzi. Nel corso del progetto, che andrà avanti per tutto l'anno scolastico, sono previsti 4 incontri nelle classi, alle quali partecipano operatori dell'Agenzia e del Laboratorio Didattico Ambientale della Città Metropolitana.

Mercoledì 20 novembre sono stati collocati - sulla facciata della scuola sul Viale e nel cortile della stessa - i campionatori passivi di bossido di azoto che fra quindici giorni saranno prelevati e analizzati nei laboratori dell'Agenzia. I risultati del campionamento saranno quindi portati nelle classi in occasione del secondo incontro previsto per gennaio 2020.

presentazione.jpgGrande interesse ed una vivace partecipazione è stata dimostrata dalle insegnanti ed anche dalle ragazze e dai ragazzi che hanno anche mostrato una notevole sensibilità ambientale.

— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali