Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

logo twitter logo facebook logo flickr logo youtube logo issuu logo RSS app ARPAT per dispositivi mobili
Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2018 Salute e ambiente: importanza del dialogo

Dove Siamo

 

Salute e ambiente: importanza del dialogo

RSS
17/10/2018 07:45

Disponibili i materiali del convegno tenutosi a Pisa

Il Convegno “Il dialogo e la condivisione per la tutela della salute e dell’ambiente” (Pisa, 21-22 settembre 2018) promosso dal Gruppo di lavoro “Salute e ambiente” della Società Italiana Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI), in collaborazione con l’Associazione Italiana di Epidemiologia, ha fatto registrare un notevole successo di presenze, in particolare di giovani.

Le due lezioni magistrali hanno riguardato la Global Health (Peter van d’Hazel) e i Cambiamenti climatici (Paola Michelozzi) e le quattro sessioni hanno affrontato aspetti diversi del “dialogo” (fra istituzioni, fra discipline scientifiche, con i cittadini e con i politici) attraverso numerose relazioni che hanno ben messo in evidenza la complessità del tema.

In rappresentanza del Ministero della Salute Aldo Di Benedetto ha illustrato la Task Force istituita proprio a questo scopo e la relazione a due voci di Carlo Signorelli e Luca Marchesi, su “LEA e LEPTA”, ha dato un chiaro esempio di quanto possa essere importante e proficuo un confronto inter-istituzionale.

Nelle diverse sessioni si sono succeduti relatori di Istituto Superiore di Sanità, SNPA (Ispra e Arpa), Regioni, Università, associazioni scientifiche e di cittadini instaurando un ampio dialogo che ha coinvolto il pubblico, stimolando la discussione.

Alle relazioni si sono aggiunte 16 comunicazioni orali e 17 poster, che hanno presentato studi sperimentali sui temi del convegno.

Questo è stato anche l’occasione per una prima presentazione dello studio del Gruppo di lavoro “Salute e Ambiente” sulla percezione del rischio ambientale che ha coinvolto oltre 4.900 studenti di 15 università italiane.

Gli abstract e le presentazioni del convegno sono ora disponibili sul sito Web dell'Università di Pisa

Azioni sul documento
Strumenti personali