Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

logo twitter logo facebook logo flickr logo youtube logo issuu logo RSS app ARPAT per dispositivi mobili
Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2018 Previsioni sulla concentrazione di ozono in Toscana - estate 2018

Dove Siamo

 

Previsioni sulla concentrazione di ozono in Toscana - estate 2018

RSS
18/05/2018 07:30

Il servizio di previsioni, realizzato in collaborazione fra ARPAT e Consorzio LaMMA per tutto il periodo estivo

Con l'avvicinarsi dell'estate è ripreso il servizio di previsioni sull'ozono in Toscana, che durerà per tutto il periodo estivo.

LaMMA e ARPAT - dal lunedì al venerdì dal 1° maggio al 15 settembre - realizzano una mappa che permette di visualizzare la regione Toscana con differenti colori in funzione delle concentrazioni di ozono, basandosi sui valori rilevati il giorno precedente dalla rete regionale di rilevamento dell'ozono gestita da ARPAT (vedi Bollettino ozono).

Il servizio di previsioni e la relativa mappa vengono aggiornati dal lunedì al venerdì entro le ore 11.00.

Con l’avvio del servizio abbiamo voluto rivolgere qualche domanda al Consorzio LaMMA per capire meglio come funziona la loro attività di previsione.

Come si compone il bollettino sulle concentrazioni di ozono in Toscana?

Il bollettino è composto di due parti. Nella prima è riportata una mappa colorata che mostra i livelli di criticità derivati dalla misura delle concentrazioni di ozono relativa al giorno precedente attraverso la rete regionale gestita da ARPAT. Nella seconda parte è riportato il testo con la previsione dell’andamento delle concentrazioni di ozono per il giorno stesso e quello successivo.

Quali sono i livelli di criticità in base ai quali viene valutata la concentrazione?

Le classi di criticità sono:

  • nessuna, colore verde (valori inferiori a 120 μg/m3)
  • media, colore giallo (valori tra 120 e 180 μg/m3)
  • alta, colore rosso (valori tra 180 e 240 μg/m3)
  • molto elevata, colore viola (valori superiori a 240 μg/m3)

Sulla base di quali parametri effettuate la previsione per il giorno stesso e quello successivo?

La previsione dell’andamento delle concentrazioni viene preparata in due fasi.

La prima prevede l’analisi dei parametri meteorologici che influenzano l’andamento dell’inquinante. Utilizzando i modelli meteorologici disponibili presso il Lamma si verifica il comportamento nel tempo (oggi e domani) dell’irraggiamento solare (che dipende della nuvolosità), della temperatura, della pressione atmosferica e del vento.

Nella seconda fase si analizza la previsione della concentrazione fornita dal modello di dispersione degli inquinanti CAMx, attivo presso il Lamma, che simula il trasporto, la dispersione e le trasformazioni chimiche di alcuni inquinanti, incluso l’ozono.

 
— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali