Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2018 I cittadini misurano la qualità dell'aria a Portici

Dove Siamo

 

I cittadini misurano la qualità dell'aria a Portici

RSS
27/11/2018 07:30

Il Comune vicino Napoli ha vinto il bando europeo "Azioni Urbane Innovative" sull'abbattimento delle emissioni inquinanti in città, in partenariato con ENEA, Università, ARPA Campania e Legambiente

Il Comune di Portici, in partenariato con ENEA, Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Legambiente Campania, ARPA Campania e società Terraria, ha partecipato al Terzo bando europeo dell'iniziativa Urban Innovative Actions (UIA) con il progetto Air Heritage.

Tra le proposte di amministrazioni locali europee candidate (tra cui circa 60 italiane), quella del Comune di Portici è stata l’unica - a livello nazionale – a vincere il bando UIA, che oltre alla qualità dell’aria prevede finanziamenti in materia di “Adattamento ai cambiamenti climatici”, “Questione abitativa” e “Lavoro e competenze nell'economia locale”. Tra i 22 progetti vincitori in tutti e quattro i settori ci sono quelli di città come Parigi, Amsterdam, Barcellona, Bruxelles e Budapest.

Il progetto di Portici, che ha ricevuto un co-finanziamento europeo di 3,274,475.68 euro, è finalizzato a migliorare la conoscenza puntuale della qualità dell’aria sul territorio del comune e, conseguentemente, predisporre misure ottimali di pianificazione urbana e di controllo del traffico.

banner MONICANello specifico l'iniziativa prevede il coinvolgimento diretto dei cittadini nel monitoraggio della qualità dell’aria. Attraverso infatti l’utilizzo del sistema multisensore portatile per passeggini, scooter e zaini MONICA (MONItoraggio Cooperativo della qualità dell'Aria), realizzato da ENEA, i cittadini possono misurare i livelli di qualità dell’aria e conoscere quindi la loro esposizione tramite una app per smartphone e tablet. I dati “istantanei” sulla qualità dell’aria raccolti dal sistema sono integrati con quelli delle centraline fisse gestite da ARPA Campania, permettendo la creazione di mappe ad alta risoluzione spaziale e temporale.

I cittadini che effettueranno le misurazioni, attraverso i circa 40 dispositivi MONICA messi a disposizione, saranno coinvolti da alcune associazioni presenti sul territorio coordinate da Legambiente.

Il progetto prevede inoltre campagne informative orientate al cambiamento verso spostamenti a piedi, in bici “tradizionali” ed elettriche (queste ultime messe a disposizione dal Comune) o con i mezzi pubblici, soprattutto nel percorso casa-scuola.

La realizzazione dei dispositivi MONICA utilizzati nel progetto è stata possibile grazie ad un progetto di crowdfunding avviato nel 2016.

— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali