Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2016 L'Indice di criticità per la qualità dell'aria in Toscana

Dove Siamo

 

L'Indice di criticità per la qualità dell'aria in Toscana

RSS
31/10/2016 07:45

L'indice ICQA è calcolato quotidianamente dal 1/11 al 31/03 per le Aree di Superamento della regione e pubblicato sul sito Web di ARPAT

La DGRT 814/16, descritta in dettaglio nell'Arpatnews 175-16, ha previsto che a partire dal 1° novembre e fino al 31 marzo - sul sito Web di ARPAT - venga quotidianamente pubblicato l'Indice di criticità per la qualità dell'aria (ICQA).

L'ICQA ha lo scopo di regolare l'attivazione degli interventi contingibili urgenti da parte dei comuni soggetti all'elaborazione ed approvazione dei Piani di Azione Comunale per il PM10 nelle Aree di Superamento (DGRT 814/16, Tabella 2 Allegato A).

Insieme all'Indice, dal 1° novembre al 31 marzo tutti i giorni dopo le ore 13, vengono anche pubblicati, per ogni Area di superamento:

  • i dati giornalieri di PM10 rilevati da ARPAT negli ultimi 7 giorni nelle stazioni di riferimento (ed il numero di superamenti del valore limite giornaliero di PM10 - pari a 50 µg/m3)
  • le previsioni meteorologiche effettuate dal Consorzio LaMMA per il giorno corrente ed i due successivi con le seguenti modalità indicate dal Consorzio LaMMA stesso:
    • Verde: condizioni meteo favorevoli alla dispersione degli inquinanti (previsioni meteo favorevoli);
    • Giallo: condizioni meteo indifferenti all'accumulo o alla dispersione degli inquinanti (previsioni meteo indifferenti);
    • Rosso: condizioni meteo favorevoli all'accumulo degli inquinanti (previsioni meteo critiche).

L'ICQA può avere due valori (1 o 2), che vengono attribuiti secondo questa modalità:

  • l'indice è impostato al valore 1 per tutte le aree di superamento della regione dal 1 Novembre al 31 Marzo, imponendo ai Comuni l'adozione di un primo pacchetto di provvedimenti previsti nei Piani di Azione Comunale nel modulo 1 (DGRT 814/16, parte 5, Allegato A).
  • qualora la somma tra il numero dei superamenti rilevati in ogni area di superamento ed il numero di giorni con condizioni favorevoli all'accumulo previsti dal Consorzio LaMMA (numero giorni con previsioni meteo critiche) produca un risultato maggiore o uguale a 7, l'indice passa al valore 2, imponendo ai Comuni dell'area specifica l'adozione di ulteriori provvedimenti definiti nel modulo 2 dei Piani di Azione Comunale.

Oltre all'aggiornamento quotidiano del sito Web, ARPAT invierà una comunicazione, dal 1° novembre al 31 marzo, entro le ore 11.00, ai Sindaci dei Comuni dell'area di superamento, alle ASL competenti per territorio e alla Regione Toscana quando ICQA risulterà 2, ai fini dell'attivazione degli interventi previsti dai loro PAC, e quando una delle stazioni di riferimento avrà superato il valore limite nell'area di superamento.

Nello specifico, la comunicazione riporterà le seguenti indicazioni minime:

  • valori della media giornaliera di PM10 registrati da ARPAT negli ultimi 7 giorni dalle stazioni di riferimento nell'area di superamento;
  • previsioni meteo prodotte dal Consorzio LAMMA rispetto alla capacità dell'atmosfera di favorire l'accumulo degli inquinanti nei bassi strati della stessa, nel giorno di pubblicazione del bollettino della qualità dell'aria e per i due giorni successivi, tramite i colori (verde, giallo, rosso);
  • somma del numero dei superamenti negli ultimi 7 giorni nell'area e somma del numero di giorni caratterizzati da previsioni meteo critiche;
  • valore dell'Indice di Criticità per la Qualità dell'Aria: ICQA.
— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali