Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2015 I cittadini milanesi invitati a misurare la foschia (torbidità atmosferica)

Dove Siamo

 

I cittadini milanesi invitati a misurare la foschia (torbidità atmosferica)

RSS
16/09/2015 08:00

Un'iniziativa dell'associazione Cittadini per l'aria nell'ambito del progetto europeo Light 2015

L'associazione Cittadini per l’aria, di cui abbiamo recentemente parlato, partecipa alla campagna di misura iSPEX-EU all'interno del progetto europeo LIGHT2015. Il progetto si svolge contemporaneamente in 10 città Europee, fra cui Milano e Roma.

L’aria viene offuscata dall’inquinamento. L’Agenzia Americana per l’Ambiente (EPA) tratta la foschia prodotta dall’inquinamento come un problema per sé, meritevole di essere trattato. La foschia riduce la nostra possibilità di ammirare il panorama e ci indica che la qualità dell’aria è scarsa.

Il progetto ha diversi obiettivi, tra cui verificare la possibilità di sfruttare tecnologie di uso quotidiano per ottenere informazioni su alcune proprietà del particolato atmosferico. La campagna ISPEX intende coinvolgere i cittadini nella misura dello ‘spessore ottico atmosferico’, che possiamo più semplicemente denominare ‘torbidità atmosferica’.

L'associazione ha quindi invitato i milanesi o i residenti dei comuni limitrofi a partecipare a questa esperienza. Servirà a capire meglio l’aria, come si comporta e come può essere diversa da via a via, da città a città. I volontari che aderiscano all'invo di Cittadini per l'aria potranno ritirare gratuitamente un piccolo dispositivo per dare il loro contributo al progetto. 

Il dispositivo in questione è un sistema sviluppato in Olanda da ISPEX costituito da un add-on da montare sulla fotocamera di alcuni tipi di smartphone e da una app associata da installare sul telefono. L’add-on è composto da alcuni componenti ottici che permettono di ricavare informazioni sulle proprietà di polarizzazione della luce.

Le immagini di una porzione di cielo catturate attraverso il dispositivo iSPEX e le elaborazioni eseguite dalla app permettono di ottenere informazioni preliminari sullo spessore ottico (un parametro legato alla quantità di radiazione estinta in atmosfera a causa della presenza di particolato atmosferico). 

I volontari dovranno - dal 1 settembre al 15 ottobre - scattare 3/4 fotografie al giorno al cielo nelle giornate prive di copertura nuvolosa a Milano e provincia utilizzando il piccolo dispositivo sul proprio telefono. Ogni immagine dovrà essere inviata entro 10 minuti ad una centrale Europea via App.

Un risultato preliminare, che mostra con colori codificati le condizioni del cielo ed una prima indicazione della quantità di particolato nell’aria basata sulla misurazione ISPEX individuale di ciascun cittadino volontario apparirà sulla mappa LIVE nell’app e sul sito iSPEX-EU.

Al termine della campagna Europea i dati verranno elaborati su mappe più accurate dell’areosol rilevato dai cittadini nelle 10 città Europee monitorate. 

Azioni sul documento
Strumenti personali