Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2013 Sabato 23 marzo: l'ora della Terra

Dove Siamo

 

Sabato 23 marzo: l'ora della Terra

RSS
26/02/2013 15:15

Iniziative e luci spente in tutta Italia. In Toscana tante adesioni, fra le quali quella della Regione Toscana, della Provincia e del Comune di Firenze

Può una sfida cambiare il mondo? Per il WWF sì, se coinvolge l’intera comunità globale in concrete azioni di sostenibilità e la posta in gioco è la salvezza della vita sul pianeta.

In occasione dell’Ora della Terra, la più grande mobilitazione globale per fermare il cambiamento climatico che torna il 23 marzo dopo aver coinvolto l’anno scorso oltre 2 miliardi di persone in 7000 città e 152 Paesi in un suggestivo giro del mondo a luci spente, il WWF lancia anche in Italia “I will if you will, Io farò se tu farai”: la piattaforma globale che vede coinvolti cittadini, istituzioni e imprese, sfidare il mondo a intraprendere azioni sostenibili e ridurre la propria impronta sul pianeta.

L'Ora della terra quest’anno sarà celebrata il 23 marzo con iniziative speciali e scenografici spegnimenti in centinaia di città italiane. In Toscana, fra gli altri, hanno aderito il Comune di Firenze, che spegnerà Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio; la Regione Toscana che spegnerà, sempre a Firenze Palazzo Sacrati Strozzi e il Centro Direzionale (Novoli), la Provincia di Firenze Palazzo Medici Riccardi, Lucca, che manderà al buio le mura della città, e inoltre il palazzo comunale di Fiesole, il Palazzo Comunale e la Chiesa di Piazza Sant'Agostino di Monticiano, il Palazzo Comunale di Grosseto, la Piazza di Risorgimento a Quarrata , la Fattoria Arcivescovile, sede del Comune, e Castello Pasquini di Castiglioncello di Rosignano, a San Vincenzo prevista l’Illuminazione ridotta in Corso Italia, mentre lo spegnimento dell’illuminazione pubblica di Piazza Grandi e Piazza Unità d’Italia ed altre ancora......

Le adesioni sono aperte su www.wwf.it/oradellaterra per tutti i cittadini, le istituzioni e le imprese che vogliono far parte della più grande mobilitazione per il pianeta e promuovere l’evento, anche sui social!

“Il cambiamento climatico incalza più rapidamente di quanto gli scienziati avessero previsto e le azioni dei Governi sono troppo lente per fermare un rischio che mette a repentaglio la Natura e la stessa civiltà umana – ha detto la responsabile Clima e Energia del WWF Italia -. Le città sono responsabili di oltre il 70% delle emissioni globali e proprio per questo sono protagoniste indispensabili per realizzare il cambiamento. Earth Hour è un’occasione unica per dare voce e mobilitare l’intera comunità globale, perché tutti facciano la propria parte e per pretendere che i Governi assumano la crisi del clima come priorità assoluta, prima che sia troppo tardi. Dobbiamo passare a un Mondo Nuovo decarbonizzato, basato su risparmio, efficienza e rinnovabili. Cittadini, città, imprese ne saranno parte attiva e la loro voce potrà spostare la politica mondiale.”

Azioni sul documento
Strumenti personali