Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie Notizie brevi 2013 Inquinamento luminoso

Inquinamento luminoso

RSS
15/08/2013 15:00

Una regolamentazione ad hoc in Francia

Il primo luglio scorso, in Francia, è entrato in vigore un apposito regolamento per ridurre l'inquinamento luminoso.

Il regolamento si applica alla illuminazione notturna (fra le 1,00 e le 7,00) di uffici, negozi, facciate di edifici, escludendo l'accensione in tale periodo di luci non necessarie.

In particolare:

  • le vetrine dei negozi deono essere spente fra le 1,00 e le 7,00 ovvero un'ora dopo la chiusura ed un'ora prima dell'apertura dell'esercizio;
  • l'illuminazione delle facciate degli edifici devono essere spente entro le 1,00 e non possono essere accese prima del tramonto;
  • le luci degli uffici devono essere spente entro un'ora dalla chiusura dei locali.

Eventuali eccezioni devono essere autorizzate dalla Prefettura.

Presentando il provvedimento, il ministro per l'ambiente transalpino ha dichiarato che questa provvedimento farà risparmiare l'equivalente del consumo annuo di elettricità di 750.000 famiglie, evitando l'emissione di 250.000 tonnellate di CO2 e facendo risparmiare 200 milioni di euro.

Inoltre, la riduzione dell'inquinamento luminoso contribuisce anche alla conservazione della biodiversità. Infatti, l'illuminazione artificiale notturna può essere un fonte di perturbazioni significative per gli ecosistemi, alterando la comunicazione di alcune specie di animali, la migrazione, i cicli riproduttivi o
il sistema predatore-preda.

L'iniziativa è stata accompagnata da un'apposita campagna di comunicazione per sensibilizzare i cittadini.

 Altre notizie presenti sul sito sul tema dell'inquinamento luminoso

 

Azioni sul documento

Um bel primato

Inviato da Utente anonimo il 12/04/2021 23:24

Ma guarda come ci siamo fatti sorpassare dai francesi!

Strumenti personali