Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

logo twitter logo facebook logo flickr logo youtube logo issuu logo RSS app ARPAT per dispositivi mobili
Sei in: Home Notizie Comunicati stampa 2018 Terme di Petriolo, risultati analitici dei prelievi ARPAT

Dove Siamo

 

Terme di Petriolo, risultati analitici dei prelievi ARPAT

RSS

In seguito all'episodio di annerimento dell'acqua

12/04/2018

In data 8 marzo 2018 operatori del dipartimento ARPAT di Siena, a seguito della segnalazione della presenza anomala di acque scure provenienti dalle Terme di Petriolo che si immettevano nel torrente Farma, hanno effettuato un sopralluogo e proceduto al prelievo di un campione delle acque provenienti
dall’esubero della sorgente termale che alimenta i due stabilimenti presenti nel sito.

Le analisi svolte dal laboratorio ARPAT, a seguito di due distinti prelievi presso la sorgente termale del Petriolo che si immettevano nel torrente Farma hanno escluso completamente la presenza di idrocarburi.

Risultava invece molto elevato il contenuto di ferro, nel campione prelevato l’8 marzo,con una concentrazione intorno ai 2000 µg/L, rispetto a quella normale, tendenzialmente inferiore ai 50µg/L.

La massiccia presenza di ferro in acque molto solfuree, come sono normalmente quelle in oggetto, confermato anche dalle analisi di ARPAT, ha dato luogo con ogni probabilità,alla formazione di solfuro di ferro in quantità tale da spostare l'equilibrio di solubilità verso la precipitazione del composto anche per l’abbassamento della temperatura, dando luogo al fenomeno osservato, di annerimento dell'acqua.

Le analisi del campione prelevato in data 13 marzo, hanno rilevato una concentrazione di ferro di 370 µg/L,notevolmente inferiore a quella rilevata in presenza del fenomeno di annerimento.

E’ possibile che tali fenomeni possano essere provocati da condizione meteo particolari legate a consistenti precipitazioni che comportano comunque un dilavamento di ferro dai manufatti metallici e del deposito di pompaggio.

Al fine di evitare, comunque, il più possibile il ripetersi del fenomeno osservato, si ritiene opportuno che i gestori della sorgente termale, provvedano ad una migliore manutenzione dei manufatti presenti per il rilancio delle acque termali verso gli stabilimenti, soprattutto in seguito ad eventi meteorologici che comportano elevate precipitazioni.

Una ulteriore azione di miglioramento può essere costituita dalla sostituzione, ove possibile, di tutte le componenti impiantistiche con componenti di acciaio inox.

— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali