Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2019 022-19

Dove Siamo

 
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
Giovedì 21 Febbraio 2019

Cosa chiedono gli utenti all'URP di ARPAT?


RSS

Suolo e rifiuti, inquinamento acustico e atmosferico i temi ambientali maggiormente richiesti

Nel 2018 l'Ufficio Relazioni con il pubblico (di seguito URP) ha ricevuto 3.805 richieste di informazioni da parte di utenti: cittadini, associazioni, enti pubblici, liberi professionisti, aziende e media.

I principali utenti si confermano i privati cittadini, seguiti da imprese e liberi professionisti.

utentiLo strumento di contattato tra gli utenti e l'Agenzia più utilizzato risulta il numero verde 800 800 400, con circa 2.800 contatti, seguito dalla posta elettronica urp@arpat.toscana.it. Il primato del numero verde è da attribuire all'ampia apertura oraria del servizio: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dal lunedì al giovedì anche dalle 14 alle 18.

Al di fuori di questi orari è sempre possibile fruire di alcuni servizi dell'URP, infatti si può consultare on line

  • le nostre FAQ, contenenti domande e risposte frequenti su problematiche ambientali
  • i nostri opuscoli "Chi fa cosa in Toscana" sulle competenze dei diversi enti pubblici sulle questioni ambientali
  • inviare richieste di accesso agli atti/ informazioni ambientali
  • inviare un reclamo

come illustrato nel nostro video tutorial L'Ufficio Relazioni con il Pubblico di ARPAT.

Cosa hanno chiesto gli utenti all'URP?

Temi ambientali più richiesti_URP2018I temi ambientali più "gettonati", nel 2018, sono risultati suolo - rifiuti, inquinamento acustico e atmosferico; molte richieste hanno riguardato anche l'organizzazione dell'Agenzia, in cui confluiscono domande su numeri telefonici, sedi di lavoro degli operatori ma anche normativa e stato avanzamento dei procedimenti di competenza ARPAT tra cui gli esposti-segnalazioni dei cittadini che denunciano situazioni di inquinamento ambientale.

Ai temi ambientali menzionati in precedenza si aggiungono la risorsa idrica e i campi elettromagnetici; molto residuali, invece, le richieste di informazioni su radioattività e radon.

In via generale possiamo dire che i privati cittadini chiedono informazioni prevalentemente sul tema dell'acustica e inquinamento atmosferico, mentre i liberi professionisti, le imprese e gli enti pubblici cercano informazioni soprattutto sui procedimenti e sull'organizzazione-struttura (nomi di operatori, numeri telefonici, amil e simili) di ARPAT.

territori/temi ambientaliPer le richieste che provengono da Firenze, Prato, Pistoia, Pisa, Siena e Arezzo si registra un maggiore numero di quelle riguardanti il suolo e i rifiuti mentre a Livorno, Grosseto e Massa - Carrara prevalentemente gli utenti richiedono informazioni sulla risorsa idrica.

Se guardiamo nello specifico le richieste di informazioni suddivise per argomento e tipologia di utente emerge che chi ci contatta ha precisi bisogni informativi su

  • risorsa idrica, in particolare la possibilità di analizzare acque dei pozzi o acque di scarico, richiesta sia dai cittadini che dai professinisti, e balneazione, che interessa prevalentemente i cittadini
  • inquinamento acustico, soprattutto i rumori provenienti da attività produttive, su cui richiedono approfondimenti sia i cittadini che i professionisti, e rumore condominiale di maggiore interesse per i cittadini
  • inquinamento atmosferico, in misura maggiore odori ed emissioni da attività produttiva
  • elettrosmog, soprattutto i campi elettromagnetici prodotti dalle stazioni radio base di telefonia cellulare e dagli elettrodotti
  • rifiuti, in particolare le modalità di gestione di manufatti in amianto, oppure come smaltire rifiuti "particolari" nel rispetto della normativa vigente, mentre i professionisti e le imprese chiedono soprattutto informazioni sul procedimento per il riutilizzo di terre e rocce da scavo
  • organizzazione dell'Agenzia, in questo caso sia privati cittadini che professionisti e aziende chiedono in prevalenza di essere aggiornati sui procedimenti di competenza ARPAT, in particolare lo stato di avanzamento di quelli in corso e la normativa ambientale. Gli enti pubblici invece chiedono di interloquire direttamente con il personale ARPAT.

Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




Azioni sul documento
Strumenti personali