Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2018 152-18
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
Mercoledì 14 Novembre 2018

Obiettivi di sviluppo sostenibile


RSS

Come procedono l’Italia e l’Europa nel raggiungimento dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030

Nel 2015 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità che prevede 17 Obiettivi (Sustainable Development Goals, SDGs) per un totale di 169 ‘target’. Tutti i Paesi firmatari, tra cui l’Italia, si sono impegnati a raggiungere entro il 2030 questi traguardi che riguardano tutti gli individui e che interessano questioni importanti per lo sviluppo, dalla pace alla salute, dall’ambiente all’istruzione.

A livello europeo l’Eurostat monitora costantemente e valuta i progressi compiuti dall’Unione europea rispetto ai 17 obiettivi, pubblicando ogni anno uno specifico report; Eurostat propone anche una gamma di materiali complementari, tra cui

  • una breve brochure che fornisce una sintesi visiva dei principali risultati del rapporto di monitoraggio;
  • Esempio Italia nel portale SDGs & meuna pubblicazione digitale (SDGs & me) che aiuta il lettore a confrontare il proprio paese con gli altri (a fianco un esempio relativo all'obiettivo 15);
  • una serie di articoli specifici sui singoli obiettivi;
  • una sezione del sito Web di Eurostat dedicata agli obiettivi di sviluppo sostenibile. 

Come si può vedere dall'infografica sotto riportata, l'UE ha compiuto progressi verso la maggior parte dei 17 obiettivi negli ultimi cinque anni. L’avanzamento per alcuni obiettivi è stato più rapido che per altri. I progressi più importanti sono stati fatti nel SDG 3 Salute e benessere, seguito dal 4 Istruzione di qualità e dal 7 Energia pulita e accessibile.Progressi dell’UE verso i 17 SDG (ultimi 5 anni)

Per altri otto SDG si sono compiuti miglioramenti moderati nel corso degli ultimi cinque anni: 11 Città e comunità sostenibili, 12 Consumo e produzione responsabili, 5 Parità di genere, 8 Lavoro dignitoso e crescita economica, 17 Partnership per gli obiettivi, 1 Sconfiggere la povertà e, in misura minore, 15 Vita sulla terra e 2 Sconfiggere la fame.

L’obiettivo 9 Imprese, innovazione e infrastrutture è caratterizzato da un numero uguale di sviluppi positivi e negativi degli indicatori. Basandosi sugli indicatori selezionati, l'UE sembra essersi allontanata dagli obiettivi di sviluppo sostenibile per l’SDG 10 Ridurre le disuguaglianze, a causa del continuo aumento delle disparità di reddito all'interno degli Stati membri. Per gli obiettivi 6 Acqua pulita e servizi igienico-sanitari, 13 Lotta contro il cambiamento climatico, 14 Vita sott'acqua e 16 Pace, giustizia e istituzioni solide non possono essere calcolate le tendenze a causa di dati insufficienti negli ultimi cinque anni.

In Italia a monitorare tutti gli anni la posizione del nostro paese nel raggiungimento dei 17 obiettivi - attraverso l’analisi di una serie di indicatori - ci pensa l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (AsviS).

Nel suo ultimo Rapporto, AsviS osserva come l’Italia, tra il 2010 e il 2016, sia peggiorata in cinque obiettivi di sviluppo sostenibile: 1, 8, 10, 11 e 15.

Obiettivi che peggiorano - Italia

Per altri quattro la situazione è rimasta invariata: 6, 7, 14 e 16. Migliorano, invece, gli obiettivi 2, 3, 4, 5, 9, 12, 13 e 17.

Oltre a fotografare la situazione italiana, il Rapporto 2018 analizza per la prima volta l’evoluzione delle regioni italiane rispetto al raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030.

Ma come è possibile attuare e lavorare per il raggiungimento di questi obiettivi a livello locale? Numerose in questo senso sono le iniziative che si stanno mettendo in piedi, tra cui il progetto Change the Power – (Em)Power to Change, realizzato nell’ambito del programma EuropeAid/DEAR, finanziato dall’Unione Europea e di cui è partner anche l'Italia.

Obiettivo generale del progetto è infatti quello di sostenere le autorità locali nell’attuazione degli SDGs e favorire i cambiamenti nel comportamento dei singoli cittadini, attraverso l’educazione e la sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) si basano infatti sulla partecipazione e responsabilità locali, attraverso quindi anche l’impegno e il coinvolgimento effettivo dei cittadini.

Le attività di questo progetto si concentrano principalmente sugli SDG 11, 12, 13 e 17, tuttavia lo spirito degli SDGs è quello di funzionare nel suo complesso e raggiungere un obiettivo può essere considerato un successo solo se anche gli altri vengono raggiunti.

Per approndimenti sul tema visita anche il sito dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Testo di Maddalena Bavazzano


Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




— archiviato sotto: ,
Azioni sul documento
Strumenti personali