Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2018 093-18

Dove Siamo

 
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
Lunedì 23 Luglio 2018

Toscana: la produzione dei rifiuti urbani nel 2016


RSS

Nel 2016 ciascun cittadino toscano ha prodotto 617 kg di rifiuti

Secondo i dati di ARRR, a livello regionale, nel 2016 sono stati prodotti in Toscana complessivamente 2.308.096 tonnellate di rifiuti urbani, si tratta di rifiuti differenziati e indifferenziati. I rifiuti differenziati sono pari a 1.176.845 tonnellate con una percentuale di raccolta differenziata che raggiunge il 50,99%.

situazione regionale_rifiuti urbani_2016

Proponendo questi dati, l'intento è solo quello di “fotografare” i quantitativi di rifiuti prodotti in Toscana, consapevoli delle difficoltà esistenti nella gestione dei rifiuti urbani, di come questi risentano dei flussi turistici e del fatto che anche alti livelli di rifiuti raccolti in modo differenziato potrebbero non rappresentare un dato positivo, se poi questi non vengono rimmessi in processi produttivi.

In Toscana, la produzione totale di rifiuti urbani (differenziati e non) va da un massimo di 893 kg per abitante, dato della provincia di Livorno, fino a 411 kg pro capite nella provincia di Massa, mentre la raccolta differenziata oscilla in un range che va dal 32,98%, dato relativo alla provincia di Grosseto, sino al 65,43% della provincia di Lucca.

Ci sono province, Arezzo, Firenze, Lucca, Massa e Prato, dove la quantità di rifiuti differenziati supera quella degli indifferenziati, altre in cui i rifiuti indifferenziati sono ancora a livelli alti.

Questa situazione variegata è ben visibile guardando i dati dei singoli comuni da cui emerge che alcuni riescono ad avere una produzione contenuta di rifiuti urbani ed una buona raccolta differenziata, altri che, pur avendo grandi quantità di rifiuti urbani, sono in grado di raggiungere alti livelli di raccolta differenziata, altri ancora che, purtroppo, continuano ad avere grandi quantità di rifiuti urbani con una bassa raccolta differenziata.

Fatta queste brevi premesse, vediamo alcuni dati con riferimento al 2016.

dati rifiuti urbani prodotti nelle province toscane_2016

Arezzo

dati rifiuti_arezzo_2016Per quanto riguarda la provincia di Arezzo, i rifiuti totali si attestano a 198.115 t, la quantità prodotta da ciascun cittadino di questa provincia raggiunge i 568 kg. La raccolta differenziata raggiunge il 38,95%.

Il comune con la produzione totale più bassa di rifiuti ( sia differenziati che non) è Capolona (405 kg/abitante) mentre quello con la produzione più alta risulta Chiusi della Verna: 906 kg per abitante di cui 673 kg indifferenziati.

Il comune aretino con il minore quantitativo procapite di rifiuti urbani differenziati risulta essere Castel Focognano (75 kg/abitante), quello con la produzione pro capite più alta di rifiuti destinati alla raccolta differenziata è Civitella, 371 kg/abitante, mentre la quantità media di rifiuti differenziati prodotti da ciascun cittadino della provincia aretina raggiunge i 203 kg.

Il Comune di Monte San Savino, con 300 kg pro capite di rifiuti differenziati per abitante, raggiunge, unico nella provinca di Arezzo, il 67,14% di raccolta differenziata, superando così l'obiettivo del 65% previsto dalla normativa italiana. Monte San Savino risulta anche il comune con il minore quantitativo pro capite di rifiuti urbani indifferenziati (147 kg per abitante) a fronte di una media pro capite di rifiuti indifferenziati  che, nella provincia di Arezzo, si attesta a 365 kg.

Firenze

dati rifiuti firenze_ 2016Per quanto attiene alla provincia di Firenze, il quantitativo totale di rifiuti urbani prodotti (sia differenziati che indifferenziati) raggiunge le 610.169 tonnellate, che corrispondono ad una produzione pro capite di 561 kg. La raccolta differenziata raggiunge il 56,87%.

La provincia di Firenze è una di quelle dove il dato di produzione pro capite di rifiuti differenziati (337 kg) supera quello di produzione pro capite di rifiuti indifferenziati (224 kg). Ben 18 comuni su 42 della provincia di Firenze raggiungono ed oltrepassano il 65% di raccolta differenziata ed alcuni altri vi sono vicini.

Il comune con la produzione di rifiuti totali (differenziati e non) più bassa è Limite e Capraia:  373 kg per abitante, di cui solo 53 kg di rifiuti indifferenziati, quello con la produzione più alta risulta Calenzano (1091 kg per abitante), che al contempo fa registrare, tra i comuni fiorentini, il quantitativo pro capite più alto di rifiuti raccolti in modo differenziato (663 kg per abitante). Firenzuola è invece il comune fiorentino con la maggiore produzione procapite di rifiuti indifferenziati, 527 kg.

Grosseto

dati rifiuti grosseto_2016La quantità totale di rifiuti prodotti (differenziati e non), nei comuni della provincia di Grosseto, risulta pari a 144.621 tonnellate. Ogni cittadino della provincia ha prodotto, nel 2016, una quantità media di rifiuti (differenziati e non) pari a 612 kg di cui 181 kg differenziati.

La raccolta differenziata raggiunge il 32,98%, la più bassa a livello regionale.

Il comune con la produzione totale (rifiuti differenziati e non) più bassa è Magliano in Toscana: kg 335 per abitante di cui 104 kg indifferenziati e più di 200 kg differenziati, che gli consentono di raggiungere il 68,97% di raccolta differenziata, unico comune, tra quelli grossetani, a raggiungere e superare l'obiettivo del 65% di raccolta differenziata.

Quello con la produzione pro capite più alta di rifiuti (differenziati e non) è Castiglione della Pescaia:1554 kg per abitante, di cui più di 1000 kg indifferenziati e 473 kg differenziati.

Livorno

dati rifiuti livorno 2016I comuni livornesi hanno la produzione di rifiuti urbani totali (differenziati e non), per abitante, più alta di tutta la Toscana, 893 kg per abitante 5 comuni su 20 fanno registrare una produzione di rifuti (differenziati e non) superiore ai 1000 kg per abitante.

Nel 2016, il comune livornese con la produzione più alta di rifiuti (indifferenziati e differenziati) è stato Bibbona: 1990 kg per abitante, di cui 1271 kg di rifiuti differenziati.

Nessun comune della provincia di Livorno raggiunge l'obiettivo del 65% di raccolta differenziata, ma Bibbona ( 63,86 %), Marciana ( 63,45 %) e Marciana Marina ( 63,28 %) sono quelli che vi si avvicinano maggiormente.

Il comune livornese con il quantitativo più alto di rifiuti indifferenziati è San Vincenzo, con un pro capite pari a 907 kg. Al contrario il comune con la produzione più bassa, risulta Suvereto: 433 kg per abitante.

Guardando i dati sui rifiuti differenziati, Sasseta ha quantità più bassa di rifiuti differenziati, per abitante: kg 133, a fronte di una media che si attesta, nella provincia di Livorno, a 393 kg per abitante.

Lucca

dati rifiuti_lucca_2016Venendo ai dati dei comuni della provincia di Lucca, il totale complessivo emerge che il totale complessivo di rifiuti urbani (differenziati e non) prodotti è pari a 245.759 tonnellate, che significa  534 kg per abitante.

La provincia di Lucca è una delle cinque toscane in cui la quantità di rifiuti urbani differenziati prodotti (procapite pari a 306 kg) supera quella di rifiuti indifferenziati (procapite pari a 228 kg). Lucca è l'unica provincia, nella nostra regione, a raggiungere l'obiettivo del 65% di raccolta differenziata stabilito dalla normativa italiana.

Forte dei Marmi è il comune con la produzione più alta di rifiuti urbani (indifferenziati e differenziati): 1031 kg per abitante di cui 994 kg di rifiuti differenziati.

Camaiore è quello con la produzione maggiore di rifiuti indifferenziati, pari a 469 kg pro capite.

Capannori è il comune lucchese con il minore quantitativo di rifiuti indifferenziati, il procapite, infatti, si attesta intorno ai 60 kg mentre la quantità di rifiuti differenziati è pari a 389 kg per abitante, determinando una raccolta differenziata che raggiunge l'86,66%.

Massa

dati rifiuti_massa_2016Nei comuni che afferiscono alla provincia di Massa, la produzione di rifiuti urbani totali (differenziati e non) è di 411 kg per abitante, la più bassa in Toscana. Complessivamente in questa provincia sono state prodotte 118.639 tonnellate di rifiuti e la raccolta differenziata raggiuge la percentuale del 39,92 %.

Tra i comuni di questa provincia, Massa risulta il comune con il procapite di rifiuti urbani totali (indifferenziati e differenziati) più alto, 810 kg di cui 574 kg di rifiuti indifferenziati mentre Podenzana è quello con la produzione più bassa: 288 kg per abitante di cui 195 kg di rifiuti differenziati. Tra i comuni della provincia di Massa, Podenzana con Filiettiera sono quelli che hanno prodotto la minore quantità di rifiuti indifferenziati, poco più di 90 kg per abitante.

Montignoso è il comune con il pro capite di rifiuti differenziati più alto: 364 kg per abitante mentre la media provinciale si attesta a 246 kg pro capite.

Pisa

dati rifiuti _ pisa_ 2016Venendo alla situazione dei comuni pisani, i dati mettono in evidenza che, a livello provinciale, la quantità di rifiuti urbani totali (differenziati ed indifferenziati) prodotti si attesta a kg 573 per  abitante. Le tonnellate di rifiuti urbani (differenziati e non) prodotte risultano essere nel complesso 242.163 mentre la raccolta differenziata raggiunge il 59,72 %, 16 comuni su 37 raggiungono e superano il 65% di raccolta differenziata.

Pisa è il comune con la produzione totale (differenziati e non) pro capite più alta, 794 kg per abitante, mentre Fauglia ha la produzione pro capite più bassa: kg 396.

Il comune pisano con il minore quantitativo di rifiuti indifferenziati risulta Santa Maria a Monte, 97 kg per abitante, mentre quello, con il pro capite di rifiuti differenziati più alto, è Castelnuovo Val di Cecina, 419 kg.

Prato

dati rifiuti_prato_2016I comuni della provincia di Prato complessivamente hanno prodotto 175.430 tonnellate, che corrispondono ad un pro capite di 604 kg, mentre la raccolta differenziata si attesta al 56,92%.

Il comune preatese con la produzione di rifiuti, differenziati e non, più bassa risulta Vernio, con 435 kg pro capite, mentre quello con la produzione totale di rifiuti più alta è Montemurlo con  935 kg, di cui di 566 kg per abitante di rifiuti differenziati.

Pistoia

dati rifiuti_pistoia_2016Guardando ai comuni della provincia di Pistoia emerge che i rifiuti totali (differenziati e non) prodotti raggiungono le 168.744 tonnellate, con una produzione per abitante di 577 kg.

La raccolta differenziata si attesta al 47,77%.

La produzione pro capite di rifiuti indifferenziati nei comuni del pistoiese è di 327 kg, il range va da un minimo di 45 kg per abitante registrato a Serravalle Pistoiese fino ad una massimo che supera i 900 kg pro capite nel comune di Abetone.

Per quanto riguarda, invece, i rifiuti differenziati la produzione nei comuni della provincia di Pistoia si attesta a 250 kg per ciascun abitante; il comune con il quantitativo maggiore pro capite di rifiuti raccolti in modo differenziato è Lamporecchio, con 416 kg per abitante, mentre quello con il procapite più basso è Marliana, 111 kg per cittadino.

Siena

dati rifiuti_siena_2016Infine con riferimento ai comuni senesi, emerge che il quantitativo di rifiuti totali prodotti si attesta a 167.620 tonnellate, che corrisponde ad una media procapite di 644 kg, con una raccolta differenziata che raggiunge il 43,33 %.

Il comune con la quantità pro capite più bassa di rifiuti urbani (differenziati e non) prodotti risulta  Monteroni d’Arbia (507 kg cadauno) e quello con quella più alta è Radicofani (895 kg cadauno).

Il comune che ha l’ammontare di rifiuti indifferenziati più alto, per singolo abitante, è invece Radda in Chianti con 622 kg, mentre Chiusi, con 213 kg cadauno, ha quello più basso; la media, a livello di provincia, raggiunge il 383 kg per abitante.

Il comune con il quantitativo pro capite di rifiuti differenziati più alto è Pienza, ogni cittadino produce 484 kg di rifiuti differenziati su una media provinciale che si attesa a 261 kg, mentre il comune con il procapite di rifiuti differenziati più basso è Castiglion d’Orcia, con 111 kg.

Visualizza i dati di ARRR

Testo a cura di Stefania Calleri


Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali