Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2017 048-17
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
Lunedì 13 Marzo 2017

Il tempo che cambia


RSS

L'ultimo rapporto dell'Agenzia europea dell'ambiente valuta le ultime tendenze e le proiezioni sul cambiamento climatico e le sue conseguenze in tutta Europa

Secondo il rapporto “I cambiamenti climatici, impatti e vulnerabilità in Europa 2016” dell’Agenzia europea dell’ambiente (EEA), i cambiamenti climatici osservati in Europa stanno già producendo un ampio spettro di impatti sugli ecosistemi, sull'economia, sulla salute umana e il benessere.

La relazione porta avanti una valutazione degli impatti inerenti i cambiamenti climatici sugli ecosistemi e sulla società basandosi su indicatori consolidati e su proiezioni future previste; getta, inoltre, uno sguardo anche sulla vulnerabilità della società a questi impatti e sullo sviluppo di politiche di adattamento.

Lo studio è stato condotto dall’EEA in collaborazione, fra gli altri, con la Commissione europea, il Centro europeo per la prevenzione e controllo delle malattie e l'Ufficio Regionale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per l'Europa. Queste è la quarta edizione del rapporto, che viene pubblicato ogni quattro anni, ed ha lo scopo di sostenere l'attuazione e il processo di revisione della strategia di adattamento 2013 dell'UE, che è prevista per il 2018.

Alcuni punti chiave del Rapporto:

  • continuano ad essere registrare nuove temperature record a livello globale ed europeo, variazioni dei livelli dei mari e una riduzione dei ghiacciai nelle regioni Artiche, così come stanno cambiando i volumi delle precipitazioni che fanno sì che le regioni umide europee diventino ancora più umide in inverno e quelle secche ancora più aride in estate. I fenomeni atmosferici estremi come le ondate di calore, le forti precipitazioni o la siccità stanno aumentando di frequenza e intensità; inoltre, le proiezioni climatiche, sempre più sofisticate, ci dicono che questi eventi legati al clima andranno ad aumentare in molte regioni europee e che il cambiamento climatico continuerà per molti decenni;key finding climate change
  • nuovi livelli record di alcune variabili climatiche sono state stabilite in questi ultimi anni, in particolare per quanto riguarda le alte temperature a livello globale ed europeo negli anni 2014 e 2015, il livello globale del mare nel 2015 e l’estensione del ghiaccio artico nel 2016. Alcuni cambiamenti climatici hanno subito un’accelerazione negli ultimi decenni, come ad esempio l'innalzamento del livello globale del mare e il declino delle calotte polari;
  • gli ecosistemi e le aree protette sono sotto pressione a causa del cambiamento climatico e di altri fattori di stress, come il cambiamento di uso del suolo. Gli impatti dei cambiamenti climatici osservati sono una minaccia per la biodiversità in Europa, ma interessano anche la silvicoltura, la pesca, l'agricoltura e la salute umana. In risposta ai cambiamenti climatici, molte specie animali e vegetali terrestri stanno cambiando i loro cicli di vita e stanno migrando verso nord e ad altitudini più elevate; si sono così osservate estinzioni regionali, varie specie esotiche invasive che si sono affermate e alcune specie marine, tra cui stock ittici commercialmente importanti, che stanno migrando verso nord;
  • tutte le regioni europee sono vulnerabili ai cambiamenti climatici, ma alcune sperimenteranno effetti più negativi rispetto ad altre, come l’Europa meridionale e sud-orientale dove i forti aumenti di temperatura e una diminuzione delle precipitazioni e della portata dei fiumi stanno accrescendo il rischio di siccità, di raccolti più bassi, di perdita di biodiversità e di incendi boschivi;
  • anche le zone costiere e le pianure alluvionali nelle zone occidentali dell'Europa sono punti sensibili che dovranno affrontare un aumento del rischio di inondazioni da innalzamento del livello del mare e un possibile aumento di mareggiate, per non parlare dei cambiamenti che stanno avvenendo negli ecosistemi marini a causa dell’acidificazione degli oceani, il riscaldamento e l'espansione di zone marine morte per mancanza di ossigeno;
  • i principali effetti sulla salute sono legati ad eventi meteorologici estremi, ai cambiamenti nella distribuzione delle malattie sensibili al clima e alle variazioni delle condizioni ambientali e sociali. Per esempio le inondazioni costiere e fluviali hanno colpito milioni di persone in Europa negli ultimi dieci anni e le ondate di calore sono diventate più frequenti e intense, portando a decine di migliaia di morti premature in Europa. Questa tendenza aumenterà e si intensificherà a meno che non vengano attuate misure di adattamento appropriate;climate impacts on different sectors
  • i costi economici del cambiamento climatico potranno essere potenzialmente elevati, specialmente in Europa meridionale. Tuttavia, le stime degli impatti economici del cambiamento climatico in Europa considerano solo alcuni settori e mostrano ancora una notevole incertezza;
  • futuri cambiamenti climatici interagiranno con altri sviluppi socio-economici, tra cui l'invecchiamento della popolazione e la crescente urbanizzazione in tutta Europa, la prevista diminuzione della popolazione in Europa orientale e la riduzione del divario economico tra Europa orientale e occidentale;
  • l'entità dei futuri cambiamenti climatici e le sue conseguenze dalla metà del secolo in poi dipende dall'efficacia degli sforzi di mitigazione del clima globale che verranno attuati per raggiungere l'obiettivo di limitare l'incremento del riscaldamento globale a meno di 2 °C rispetto ai livelli pre-industriali stabilito nella Conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici del 2015;
  • le strategie, le politiche e le azioni di adattamento stanno progredendo a tutti i livelli di governo (Unione Europea, transnazionale, nazionale e locale). Un'ulteriore azione potrebbe essere quella di migliorare la coerenza delle politiche ambientali e settoriali dell'UE;
  • la base di conoscenze relative agli impatti dei cambiamenti climatici, la vulnerabilità, il rischio e le valutazioni di adattamento in Europa potrebbe essere migliorata, per esempio, attraverso un miglioramento del monitoraggio e della reportistica.

Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali