Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2015 120-15

Dove Siamo

 
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
n. 120 - Martedì 09 giugno 2015

7° Rapporto RAEE 2014


RSS

Il centro di coordinamento RAEE ha pubblicato i dati sulla raccolta RAEE in Italia, buona performance della Regione Toscana

Per quanto riguarda la raccolta di rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) il centro di coordinamento ci fa sapere con i 7° rapporto, pubblicato di recente, che iI 2014 segna un incoraggiante aumento, oltre il 2%, della raccolta RAEE ed un aumento dell’1% del numero dei centri di conferimento.

In particolare emerge un aumento della raccolta dei RAEE gestita dai sistemi collettivi ed un dato positivo per quasi tutti i raggruppamenti di prodotto, fatta eccezione per i TV ed i monitor che segnano un -0,53% rispetto al 2013.

La raccolta complessiva, nel nostro Paese, è stata pari a 231.717.031 kg con un incremento di quasi 6 milioni di chilogrammi rispetto all’anno precedente ed un dato medio procapite pari a 3,8 kg di RAEE raccolti per abitante.

dati raee 2014 a livello nazionale suddivisi per regioni

Questi risultati sono stati interpretati come un primo segnale di ripresa dalla crisi economica, che negli anni scorsi ha inciso anche sulla raccolta di rifiuti elettrici ed elettronici, la riduzione degli acquisti, infatti, comporta contestualmente una riduzione dei rifiuti prodotti. Un incentivo alla rottamazione l' ha dato il cd “eco bonus statale”, ovvero la detrazioni del 50% per l’acquisto di alcuni elettrodomestici.

Analizzando i dati con riferimento alle macroaree geografiche ed alle regioni italiane, la situazione si presenta differenziata all’interno del nostro Paese.

Nord e Centro trainano la ripresa della raccolta mentre Sud e le Isole registrano ancora un segno negativo. Stesso discorso può essere fatto per quanto riguarda la raccolta pro capite, in crescita al Nord ed al Centro, ma con dati negativi al Sud e nelle Isole (-3,7%).

Nelle regioni del Nord Italia la raccolta complessiva cresce del 3,73% e quella pro capite sale a 4,84 kg per abitante, con un incremento dell’ 1,6% rispetto al 2013.
Tra le regioni più virtuose troviamo Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.

Al contrario, il Sud e le Isole, si connotano per un trend negativo, soprattutto la Basilicata e la Sicilia, segnali positivi, invece, giungono dalla Campania.
I dati negativi di questa macroarea sono da attribuirsi principalmente alla ridotta presenza di centri di raccolta RAEE.

Nel Centro l’incremento della raccolta complessiva è maggiore rispetto alle altre aree, solo le Marche registrano un calo rispetto al 2013. Il Lazio aumenta notevolmente la raccolta raggiungendo un +12,44%. In quest’area la media pro capite si attesta a 3,78 Kg per abitante.

Rispetto al 2013 i centri di raccolta presenti sul territorio nazionale sono in aumento dell’1%. La regione con più centri di raccolta si conferma il Trentino Alto Adige, al Centro si registrano quasi ovunque dati positivi fatta eccezione per le Marche, dove i CdR diminuiscono di quasi il 5%. Nonostante i risultati in crescita, nelle regioni del Centro, il numero di centri di raccolta è comunque, mediamente, ancora inferiore rispetto al dato nazionale.
Gli incrementi numerici più significativi di CdR si sono avuti nel Sud, con dati ovunque positivi tranne in Pugllia.

dati centri di raccolta

Tra i cinque raggruppamenti, quello più raccolto risulta essere ancora il R3 (TV e Monitor) con oltre 68 mila tonnellate, in decremento rispetto al 2013, tutti gli altri raggruppamenti, invece, registrano risultati positivi.  R1 (freddo e clima) e R2 (grandi bianchi) aumentano entrambi del 3%, R4 (piccoli elettrodomestici) registra un aumento del 6% mentre il raggruppamento cd sorgenti luminose fa registrare la migliore performance in assoluto, con un incremento, nel 2014, del 14%.

dati raccolta raee suddivisi per raggruppamento

Guardando ai dati della nostra regione, vediamo che la Toscana detiene, anche per il 2014, il primato fra quelle del Centro Italia, sia per la raccolta complessiva, in aumento del 2%, con 20.277.847 Kg di RAEE, sia per la media pro capite, che rimane invariata, con 5,41 kg per abitante.

 Sul territorio sono presenti 6 centri di conferimento ogni 100.000 abitanti, 192 centri di raccolta e 24 centri di altra natura.

La provincia che raccoglie il maggiore numero di RAEE è Firenze, che lo scorso anno, ha raccolto 6.070.465 kg. Seguono, nell’ordine, Lucca Pisa e Arezzo, mentre i risultati peggiori si registrano nelle province di Prato e Massa Carrara.

Il raggruppamento più raccolto in Toscana è il R2 (grandi bianchi ) che raggiunge il 34% del totale, seguito da R3 (monitor e tv) 27%, R1 (freddo e clima) 25%, R4 (piccoli elettrodomestici) 13%.

dati raee regione toscana


Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




— archiviato sotto: , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali