Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sei in: Home Notizie ARPATnews 2014 109-14

Dove Siamo

 
ARPAT News - newsletter sulle tematiche ambientali
n. 109 - Martedì 27 maggio 2014

Inquinamento atmosferico nelle città del mondo: il database dell’Oms


RSS

La maggior parte delle città che monitorano l’inquinamento atmosferico falliscono nel rispettare le linee guida Oms sulla qualità dell’aria. Infatti, solo il 12% delle persone residenti in città in cui si effettua il monitoraggio, respirano aria pulita.

È disponibile online il database dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che  contiene i risultati di monitoraggio dell'inquinamento atmosferico di quasi 1600 città in 91 paesi di tutto il mondo. In particolare nel database ci sono i dati relativi alla concentrazione media annua di particolato fine (PM10 e PM2.5, cioè le particelle inferiori a 10 o 2,5 micron).

esposizione al particolato di 10 micron o minore nelle aree urbane 2008-2013La banca dati copre il periodo 2008-2013, con la maggior parte dei valori presenti per gli anni 2011 e 2012. Il database si propone di essere rappresentativo dell'esposizione delle persone all’inquinamento atmosferico, e per questo considera principalmente il dato relativo alla media annuale del PM10 e del PM2.5 come risulta dal le misurazioni di stazioni di monitoraggio di fondo urbano in  aree residenziali.

numero totale delle città nel database

livelli di PM10 per regioneLa media mondiale è di 71 µg/m3 con variazioni per le diverse regioni  che vanno da un minimo di 26 ad un massimo di 208 µg/m3.

livelli per alcune città delle varie regioniSolo il 12% delle persone che vivono nelle città di reporting sulla qualità dell'aria risiedono nelle città dove questo è conforme con i livelli delle linee guida sulla qualità dell'aria dell'OMS. Circa la metà della popolazione urbana monitorato è esposto a inquinamento atmosferico, che è almeno 2,5 volte superiori ai livelli che raccomanda l'OMS .

livelli di PM10 comparati con le linee guida WHONella maggior parte delle città in cui vi è un numero sufficiente di dati per confrontare la situazione attuale con gli anni precedenti , l'inquinamento atmosferico sta peggiorando . Molti fattori contribuiscono a questo aumento , compresa la dipendenza dai combustibili fossili, come centrali elettriche a carbone , la dipendenza dai veicoli a motore adibiti al trasporto privato , uso inefficiente dell'energia negli edifici , e l'uso di biomasse per cucinare e riscaldarsi .

percentuali di città con aumenti e diminuzioni di PM10, suddivise per regioneD’altra parte alcune città stanno facendo notevoli miglioramenti - a dimostrazione che la qualità dell'aria può essere migliorata mediante l'attuazione di misure politiche, come vietare l'uso del carbone per il riscaldamento, usando fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica, e migliorando l'efficienza del motore dei veicoli .

Guardando più in dettaglio i dati relativi alle 552 città europee prese in considerazione (vedi dati di dettaglio), abbiamo provato a verificare la situazione per le 512 città nelle quali sono disponibili i dati sul PM10.

In 103 città il dato registrato è superiore ai 40 µg/m3, limite previsto dalla normativa dell’Unione Europea. Fra di esse prevalentemente città turche (ben 59, di cui 7 con valori sopra i 100 µg/m3) e dell’Europa orientale, fra cui Polonia (20) e Bulgaria (11). L’unico paese dell’ Europa occidentale presente è l’Italia, con 7 città della Valle Padana.

D’altra parte sono 92 le città nelle quali si registra un livello pari o inferiore a quello raccomandato dalle linee guida dell’OMS (20 µg/m3). Il maggior numero in Germania (21), Gran Bretagna (16), Francia e Spagna (10); fra queste città “virtuose” ne  troviamo solamente tre italiane (Livorno, Cagliari e Varese).

livelli di PM10 e PM2,5 in paesi ad alto e basso reddito

 Per chi vuole approfondire: il sito OMS con tutte le informazioni


Organizzazione con sistema di gestione certificato e laboratori accreditati
Maggiori informazioni all'indirizzo www.arpat.toscana.it/qualita




— archiviato sotto: , , , , ,
Azioni sul documento
Strumenti personali